Fucilate contro le finestre di casa del gestore del consorzio agrario

Attentato a Siurgus Donigala. I proiettili si sono conficcati negli arredi

SIURGUS DONIGALA. Tre colpi di fucile, calibro dodici, a “balla sola” sono stati esplosi questi mattina intorno alle cinque contro una delle finestre dell’abitazione di L. L., settantenne, gestore del consorzio agrario del paese della Trexenta che segna la linea di confine con il Sarcidano e il Gerrei, ubicata nella via Gesico, alla estrema periferia del centro abitato, nei pressi della strada provinciale in terra battuta che collega Siurgus Donigala con Gesico. Due dei proiettili, esplosi ad altezza d’uomo, dopo aver infranto i vetri, si sono conficcati sugli arredi (un armadio in particolare), il terzo, invece, sul muro esterno. Fortunatamente nessuno è rimasto ferito. Il proprietario e la moglie, L. C., sessantottenne, dormivano, infatti, in un stanza attigua. Sul posto si sono precipitati i carabinieri della stazione di Senorbì e del nucleo radiomobile della compagnia di Dolianova

che insieme ai colleghi della stazione di Siurgus Donigala hanno effettuato i rilievi di legge e hanno avviato le indagini per identificare gli ignoti sparatori. Gli inquirenti non si escludono che possa trattarsi di un atto intimidatorio o di una bravata. (gian carlo bulla)

TrovaRistorante

a Cagliari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare