Assemini, due arresti per l'accoltellamento del giovane marocchino

Un uomo e una donna fermati dai carabinieri sotto l'accusa di tentato omicidio

ASSEMINI. Svolta nel giallo dell'accoltellamento di un giovane marocchino l’altra notte ad Assemini. I carabinieri hanno infatti fermato o due autori dell'accoltellamento, sotto l'accusa di tentato omicidio. E' l'esito delle indagini dei carabinieri della stazione di Assemini.

I responsabili della violentissima aggressione degenerata con 4 coltellate al dorso del giovane marocchino, sarebbero due giovani residenti ad Assemini, Gianluigi Scalas,34enne, e Denise Sesuru, 39enne. Secondo gli accertamenti investigativi dei militari e grazie alle immagini di un sistema di videosorveglianza, tutto è accaduto all'alba di lunedì scorso, circa le 5 e mezzo.

Il marocchino 25 enne residente a Uta è stato accoltellato quattro volte alle spalle dalla donna, mentre il complice teneva ferma la vittima. Portato al policlinico di Monserrato, è stato sottoposto a intervento chirurgico, non corre pericolo di vita.

Ieri mattina alle 6 e mezzo l’extracomunitario Ha suonato al campanello dell’abitazione di una giovane cagliaritana residente ad Assemini per chiedere disperatamente aiuto. Accolto immediatamente, la giovane donna ha cercato di prestargli soccorso e ha notato che il ragazzo era stato colpito da ben 4 colpi di arma da taglio alle spalle, uno dei quali, a seguito degli accertamenti medici poi effettuati al pronto soccorso del Policlinico, aveva di addirittura perforato un polmone.

Allertato il 118, l’equipe ha trasportato la giovane vittima in ospedale dove veniva immediatamente ricoverato per essere sottoposto ad intervento chirurgico. Sull’episodio indagano i carabinieri di Assemini.

TrovaRistorante

a Cagliari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli