Coro degli ultrà viola contro il tifoso del Cagliari morto, è polemica

Testimoni scatenati sui social: «Hanno urlato 'devi morire'»

leggi anche:

CAGLIARI.Della
partita di ieri tra Cagliari e Fiorentina rimangono cordoglio e polemiche per la morte sugli spalti di un tifoso rossoblù, Daniele Atzori, di 44 anni, a causa di un improvviso malore. Tempestivi ma inutili i soccorsi. Il Cagliari Calcio ha annullato una manifestazione prevista questa mattina con un quadrangolare alla Sardegna Arena ma sui social si sono scatenate le polemiche per un presunto coro «Devi morire» urlato - riferiscono alcuni testimoni - da parte di poche decine di tifosi del settore viola e sentito solo nella sud ma non avvertito chiaramente nel resto dello stadio. Un coro gridato proprio durante i soccorsi al supporter rossoblù. Nel frattempo il Cagliari esprime profondo cordoglio per il lutto. «Tutta la Società si stringe con affetto al dolore dei familiari a cui, in questo momento così triste e difficile, vanno le più sentite condoglianze».

leggi anche:

«La Fiorentina - si legge in una nota - è vicina ai famigliari e a tutti i tifosi cagliaritani per la tragica scomparsa di Daniele Atzori, avvenuta ieri al termine della partita contro il Cagliari. Questo tristissimo evento rafforza ancora di più il legame speciale creatosi tra le due società e i tifosi rossoblu e viola nel ricordo di Davide Astori. La società viola - conclude la nota - condanna qualsiasi gesto di mancata solidarietà nel rispetto di questa terribile tragedia».

«Ancora un episodio in cui il mondo del calcio lancia vergognosi messaggi di odio e violenza». Lo afferma il Codacons, condannando i presunti cori dei tifosi della Fiorentina contro un tifoso rossoblù colto da malore e poi morto, durante la partita con il Cagliari. L'associazione chiede alle autorità sportive e alle istituzioni «di adottare provvedimenti immediati e, se confermati i fatti, disporre sanzioni pesantissime nei confronti dei tifosi della Fiorentina, disponendo che le partite della squadra siano disputate a porte chiuse per almeno un mese».

«In quei momenti concitati, secondo le ricostruzioni dei presenti emerse oggi sul web - spiega il Codacons - i tifosi della Fiorentina presenti allo stadio avrebbero iniziato a urlare 'Devi morirè e altre frasi ingiuriose nei confronti dell'uomo colpito da malore, che purtroppo è deceduto subito dopo. Il calcio non può permettersi di diventare veicolo di messaggi di odio e violenza, e le istituzioni sportive, di fronte a questo grave episodio, non possono rimanere inermi, perché si renderebbero complici e istigatrici delle tifoserie violente», conclude l'associazione.  

TrovaRistorante

a Cagliari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community