Strage di pecore e agnelli nel capannone incendiato nella notte

Fuoco doloso nelle campagne di Orroli, sul posto i vigili di Mandas e Sorgono

ORROLI. Un incendio con molta probabilità di origine dolosa ha devastato nella notte tra venerdì e sabato 13 aprile il capannone dell’azienda agro-zootecnica di proprietà di Alessandro Murgia, un allevatore quarantaseienne di Orroli, nelle campagne del paese del Sarcidano in località “Genn’e Scesa”.

Il fuoco ha provocato la morte di una sessantina di capi ovini (tra pecore e agnelli) e pare abbia anche minato la stabilità del capannone che avrebbe subito seri danni alle strutture portanti. Ad accorgersi del rogo è stato questa mattina alle prime luci dell’alba il proprietario che ha allertato i soccorsi. Il

rogo è stato spento dai vigili del fuoco dei distaccamenti di Mandas e Sorgono intervenuti in forze.

Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della stazione di Orroli e del nucleo operativo della compagnia di Isili che hanno avviato le indagini per appurare le cause del rogo.

TrovaRistorante

a Cagliari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli