Villasalto festeggia una nuova centenaria: Pietrina Cinus

Tre figlie, 10 nipoti e 13 pronipoti intorno alla nonnina per il suo compleanno

Villasalto. “Ringrazio il buon Dio per avermi fatto raggiungere il traguardo del secolo di vita”. Lo ha affermato Giustina Cinus (nota Pietrina), al termine della messa di ringraziamento che è stata celebrata dal parroco monsignor Luigi Melis. La neo centenaria, figlia di Filomena Aresu, originaria di San Nicolò Gerrei, e Salvatore, un contadino, nata a Villasalto il 22 maggio 1919, ma registrata il giorno successivo, ha messo al mondo quattro figli.

Una, Rosalia, l'ha avuta col primo marito, Benigno Serrao,un minatore, sposato l’8-ottobre 1941 (le nozze furono celebrate dal parroco don Antonio Sailis) e deceduto il 23 novembre 1943, e tre, Barbarina, Graziella, Salvatore, col secondo marito Emilio Agus, un bracciante agricolo, che sposò il 20 novembre 1946. Il rito nuziale fu officiato da don Mario Contu.

Tzia Pietrina durante la prima vedovanza ha fatto la cernitrice nella miniera di antimonio di “Su Suergiu”. Dopo il secondo matrimonio si è occupata prevalentemente della famiglia e, quando ne ha avuto bisogno, ha aiutato il marito Emilio nel lavoro dei campi. Oltre cha da nonna ha fatto anche da mamma a Cristina, Sabrina e Mariano, i tre nipoti, figli dell’ultimogenito Salvatore, divorziato.

Pietrina Cinus è stata sempre un’ottima cuoca.”Ricordo la fragranza e la bontà delle sue inconfondibili patatine fritte- dice Oscar Zedda, uno dei dieci nipoti, che cucinava con lo strutto e l’olio di lentisco”. Socievole, altruista, disponibile con tutti, non ha mai avuto hobby particolari. Da autodidatta ha imparato a leggere e a scrivere. Si tiene informata guardando la televisione. Preferisce i programmi di intrattenimento, quelli sportivi ed in modo particolare le partite di calcio (passione che le hanno trasmesso i nipoti), e i telegiornali.

Mangia di tutto e beve giornalmente un caffè. Alla festa di compleanno che si è svolta nel salone parrocchiale hanno partecipato tantissime persone: oltre alle tre figlie, ai 10 nipoti, ai 13 pronipoti, parenti, amici, conoscenti. Si è commossa quando il parroco monsignor Gigi le ha consegnato la fotocopia del certificato di nascita e la pergamena con gli auguri personalizzati del papa e quando il sindaco Paolo Maxia le ha regalato una targa ricordo e le ha esternato gli auguri a nome di tutta la comunità. Giustina (Pietrina) Cinus è, a memoria d’uomo, la dodicesima villasaltese

che ha raggiunto il secolo di vita.

In precedenza il traguardo è stato superato da: Giuseppe Saddi, Maria Placido, Barbara Cotza, Antonia Congiu, Antonio Fois, Giuseppe Cotza, Pasquale Cotza, Luigi Agus, Salvatore Aledda, Pietrina Melis, Umberto Cappai. Gian Carlo Bulla

TrovaRistorante

a Cagliari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community