Tragedia nel mare di Porto Corallo, muore il campione italiano di pesca in apnea

Il cagliaritano Bruno De Silvestri stava facendo una immersione con un amico a più di un miglio dal porticciolo turistico “Marina di Villaputzu”

VILLAPUTZU. È stato trovato dopo alcune ore di ricerche il corpo senza vita di Bruno De Silvestri, 50 anni, 4 volte campione italiano di pesca in apnea. De Silvestri, cagliaritano, stava facendo una immersione in un fondale di una quarantina di metri, a poco più di un miglio dal porticciolo turistico “Marina di Villaputzu”, insieme con un amico, quando è scomparso. Sul posto hannno operato i sommozzatori dei vigili del fuoco e della capitaneria di porto di Arbatax. (notizia aggiornata) (gian carlo bulla)

Sono durate quasi tre ore le ricerche di Bruno De Silvestri, esperto sommozzatore dei Vigili del fuoco di Cagliari, morto oggi pomeriggio durante un'immersione al largo di Porto Corallo. L'allarme è scattato poco prima delle 15. Gli amici del 50enne, che si trovavano sul gommone d'appoggio, non vedendolo risalire dopo cinque minuti hanno chiesto l'intervento della Capitaneria. Sul posto è arrivata una motovedetta della Guardia costiera di Arbatax, contemporaneamente è stato chiesto l'intervento dei sommozzatori della Guardia costiera e di quelli dei Vigili del fuoco. Nel giro di pochissimo tempo i soccorritori hanno raggiunto

il punto in cui De silvestri si era immerso, segnalato dallo stesso gommone d'appoggio. Sono stati proprio i colleghi sub della vittima a individuare e recuperare il corpo a circa 50 metri di profondità. Il cadavere è stato poi trasportato a Porto Corallo per il riconoscimento. (ANSA)

TrovaRistorante

a Cagliari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli