Diecimila oggetti fuori norma anche per la sicurezza: blitz nei negozi cinesi

Maxi sequestro della Guardia di finanza di prodotti venduti nella provincia di Cagliari

CAGLIARI. Oltre 10mila articoli contraffatti e non sicuri sequestrati dalla guardia di finanza nel corso di controlli in attività commerciali nella provincia di Cagliari. A San Vito i militari della tenenza di Muravera hanno sequestrato 266 articoli (tra prodotti elettrici, accessori per smartphone, ecc.) recanti il marchio CE non conforme alla normativa vigente e 29 prodotti aventi il marchio contraffatto.

A Capoterra, invece, le Fiamme Gialle hanno sequestrato 333 prodotti elettrici, privi della marcatura “CE” e delle relative avvertenze, in violazione delle norme stabilite dal Codice del Consumo A Sinnai sono stati sequestrati 9.875 prodotti (lampade, radio, torce tascabili, cover per cellulari, articoli di bigiotteria) in relazione all’assenza delle certificazioni di qualità previste dalla normativa comunitaria, nonché 106 scarpe riportanti marchi contraffatti riconducibili a brand quali Adidas e Converse.

Nel corso delle operazioni è stata altresì rinvenuta, occultata all’interno di una borsa posta sotto il bancone della cassa, una busta con all’interno la somma di 16.600 euro, denaro che, considerato frutto dell’attività illecita, è stato posto sotto sequestro.

I commercianti, tutti di nazionalità cinese, trovati in possesso di merce non conforme agli standard di sicurezza oltre ad essere stati destinatari sanzioni amministrative

pari a 1.032 euro, sono stati segnalati alla Camera di Commercio di Cagliari e destinatari di una sanzione amministrativa, mentre per chi metteva in vendita prodotti contraffatti o con marcatura CE non conforme, è scattata la segnalazione alla locale autorità giudiziaria.(lu.on)

TrovaRistorante

a Cagliari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli