Spaccio di droga in un bar di Barrali: locale chiuso, titolare e dipendente denunciati

Il blitz dei carabinieri di Dolianova svela ancora una volta l'attività all'interno di un noto punto di ritrovo

BARRALI. Il bar “Caffe della piazza”, noto luogo di ritrovo del paese della Trexenta, rimarrà chiuso per un anno. Lo ha disposto, con un decreto, notificato, questa mattina (mercoledì 31 luglio), dai carabinieri della compagnia di Dolianova, al titolare, un quarantaduenne originario di Lanusei, il prefetto di Cagliari Bruno Corda.

Nell’estate del 2017 il bar, frequentato. tra gli altri, da noti assuntori di sostanze stupefacenti, nei fatti, anche, una vera e propria centrale di spaccio, era stato chiuso per 30 giorni  dopo che i carabinieri della stazioni di Barrali e Donori avevano rinvenuto al suo interno diverse dosi di hashish e cocaina. Il titolare e un dipendente, un quarantatreenne di Barrali, erano stati denunciati a piede libero per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Dopo la riapertura, i carabinieri hanno continuato a monitorare il bar e ad accertare che al suo interno continuava a svolgersi il solito traffico illecito. Il prefetto per evitare il ripetersi della attività di spaccio ha disposto la revoca della licenza e la chiusura del bar.

TrovaRistorante

a Cagliari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community