Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Tra nostalgia e mistero, viaggio nei luoghi abbandonati della Sardegna

SASSARI. Viaggio fotografico nei luoghi abbandonati e misteriosi della Sardegna. Dai villaggi minerari ai luoghi pubblici dimenticati o mai finiti. Questa straordinaria serie di fotografie è stata realizzata da Sonia Trastu ed è stata pubblicata su Instagram sull'account @sony_urbex. «Dopo un periodo di 12 anni vissuti lontano dalla Sardegna, per lavoro, in Emilia-Romagna, ho riscoperto la mia Sardegna, e da qui la passione per la fotografia, dapprima raccolta in un profilo Instagram (@sony_tra) dove racconto la Sardegna che tutti conoscono, e poi sul profilo urbex (@sony_urbex) dove raccolgo le foto della Sardegna abbandonata - spiega Sonia Trastu -. Il progetto è solo quello di riscoprire il territorio. Io sono nata nel Sulcis, zona ricchissima di archeologia mineraria, è da qui che parte la mia passione per l'Urbex. Interi villaggi abbandonati che parlano della storia mineraria, come il villaggio Asproni a Gonnesa. Perle di assoluta bellezza architettonica come "il castello" pozzo San Giorgio, e tutti i pozzi di miniera sparsi per Montevecchio. Luoghi che incantano, che emozionano - conclude Sonia Trastu . Fotografare questi luoghi è un modo per farli tornare a vivere». (I profili di Sonia Trastu su Instagram @sony_tra e @sony_urbex) (a cura di Federico Spano)

Sa Macchina Beccia, pozzo San Giorgio
Stazione di Macomer
Montevecchio
Làconi
Gonnesa
Villamassargia
Cagliari
Ulà Tirso
Sassari
Stazione di Macomer
Tra nostalgia e mistero, viaggio nei luoghi abbandonati della Sardegna