Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

La modella Laura Demontis, un architetto che salva il mare dalla plastica

CAGLIARI. Si chiama Laura Demontis, ha 29 anni, è laureata in Architettura, ma al momento nella vita fa la modella. La passione per lo stand up paddle (la grande tavola da surf sulla quale si rema in piedi) di recente si è unita a quella per l'ambiente, così Laura, ogni volta che va per mare, raccoglie tutti i rifiuti di plastica che riesce a trovare. «Sono nata e cresciuta in uno dei posti più belli del mondo, la mia meravigliosa Sardegna - racconta Laura Demontis -. Sin da bambina è cresciuta in me una forte passione per il cinema, ma la vita mi ha portato a studiare Architettura. Ora sono architetto e iscritta all’Albo, anche se non svolgo attualmente questa professione. All’età di 18 anni alcuni fotografi amici di mia sorella mi hanno proposto di fare qualche scatto insieme, foto che ho pubblicato su Facebook: da lì sono inziate collaborazioni con fotografi davvero in gamba. Piano piano, acquisita un po’ di esperienza, sono iniziati i primi lavori, che mi hanno portato anche a Milano». Uno dei lavori più importanti e gratificanti, per Laura, è stato quello con la Somatoline Cosmetics. Da qualche anno, Laura lavora spesso con il findanzato Roberto Tedde, anche lui modello. Recentemente i due sono stati scelti per pubblicizzare un brand di abiti da sposa da una famosa wedding planner sarda. «Durante tutti questi anni non è mai passata la passione per la recitazione e da poco sono stata scelta come protagonista di un video musicale di un emergente artista italiano - racconta l'architetto cagliaritano -. Ho sempre amato viaggiare, ho vissuto tre mesi e mezzo in Spagna e quattro in Australia, sempre per cercare di allargare i miei orizzonti». La giovane cagliaritana pratica il nuoto e, come già detto, lo stand up paddle, uno sport che le permette di soddisfare il suo spirito avventuroso. «Con la mia tavola sono riuscita a vedere posti incredibili, consapevole che ce ne sono ancora tantissimi che mi aspettano - racconta Laura -. Ogni volta che esco, ne approfitto per raccogliere tutta la plastica che riesco a portare via. Con il mio fidanzato abbiamo partecipato a un evento di volontariato dove si sono unite più di 100 persone per pulire la costa della Sella del Diavolo». (Gli autori delle foto sono Alexandra Mascia, Sara Montalbano, Luigi Corda, Gianluca Asuni, Giancarlo Carboni, Stefano Oppo, Marta Guenzi e Matteo Cappè) (A cura di Federico Spano) (Laura Demontis su Instagram)

La modella Laura Demontis, un architetto che salva il mare dalla plastica