Foto

Maltempo, la spaventosa tempesta di fulmini su Capoterra

CAPOTERRA. Il nubifragio che mercoledì notte ha colpito il sud della Sardegna è stato caratterizzato da una attività elettrica fuori dal comune, con migliaia di fulmini caduti in poche ore. In questa impressionante serie di immagini, alcuni dei tantissimi fulmini che si sono abbattuti su Capoterra. L'autore delle immagini è Giuseppe Caria, che ringraziamo (Giuseppe Caria su Facebook e su Instagram) (a cura di Federico Spano)

Maltempo, strade distrutte e allagamenti nel Sarrabus

Il maltempo ha creato molti problemi anche nel Sarrabus. Strade interrotte, smottamenti, circolazione difficile, interventi di vigili del fuoco e forze dell'ordine per soccorrere chi era in difficolt. I danni anche in questa zona sono ingenti. (foto di giancarlo bulla)

Tamara, vittima ad Assemini della furia del maltempo

Tamara Maccario, 45 anni,  è rimasta vittima della furia del maltempo che si è abbattuto nel Cagliaritano. La donna si trovava in macchina insieme al marito e alle tre figlie, in località Sa Traia, comune di Assemini. Scappavano per paura del fiume in piena. L'auto è stata raggiunta dall'acqua e i cinque hanno tentato di fuggire. La famiglia è stata soccorsa dai carabinieri e sono stati tutti portati in ospedale. Le ricerche della donna sono andate avanti per ore e alla fine il corpo è stato trovato stamane, giovedì 11 ottobre, a 500 metri dal punto in cui è stata indivudata l'auto.

Sardegna sott'acqua, crolla un ponte: incubo alluvione

CAGLIARI. Mezza Sardegna sott'acqua: esondazioni e allagamenti, voragini sulle strade e un ponte crollato, cittadini messi in salvo e intere zone isolate, si parla di 30mila abitanti. È pesantissimo il bilancio dell'ondata di maltempo che si è abbattuta sull'area centro meridionale dell'Isola. E che ha fatto tornare l'incubo alluvione. Capoterra, popoloso comune della città metropolitana di Cagliari, è stato il più colpito: ed è qui che nel 2008 la furia dell'acqua si era impadronita della cittadina uccidendo quattro persone. Già durante la notte ha iniziato a piovere incessantemente, e non ha mai smesso per tutta la giornata. Quelli che erano piccoli corsi d'acqua o torrenti si sono trasformati in fiumi in piena, erodendo inesorabilmente ampi tratti di strada. Le principali arterie di collegamento da Cagliari ai comuni dell'hinterland - epicentro Capoterra ma anche Pula e Sarroch, dove c'è la raffineria della Saras - si sono completamente allagate. L'emergenza si è avuta sulla statale 195 Sulcitana, chiusa al traffico fin dalle prime ore del mattino. Poi nel pomeriggio, dopo l'esondazione del rio Santa Lucia a Capoterra, un tratto di strada è stato letteralmente sgretolato dalla forza dell'acqua all'altezza di un ponte di pochi metri, che l'Anas definisce un'opera idraulica. E la statale è stata tagliata in due. Pochi chilometri prima, in direzione Cagliari, sulla stessa statale si era aperta una voragine, costringendo la Polizia municipale a bloccare l'accesso alle auto. Un'altra voragine ha interessato anche provinciale tra Uta e Capoterra, anche questa chiusa, mentre molte altre arterie di collegamento sono risultate impraticabili a causa dell'acqua. Per diverse ore Capoterra è rimasta isolata. Qui, in meno di 24 ore sono caduti circa 250 millimetri di pioggia, la metà di quella registrata in media ogni anno. (foto Mario Rosas)

Joao Pedro e Pavoletti: primo colpo alla Sardegna Arena

Bella vittoria del Cagliari, la prima alla Sardegna Arena di questa stagione. A firmare il successo  per 2-0 sul Bologna, che porta i rossoblù a quota nove punti, sono stati Joao Pedro nel primo tempo e Leo Pavoletti nella ripresa. Con un doppio denominatore comune: in entrambi i casi gol di testa favorito da un assist al bacio di Lucas Castro, migliore in campo della formazione di Maran. (a cura di enrico gaviano)

Il fotomodello cagliaritano che insegna ai bambini l'amore per l'ambiente

CAGLIARI. Si chiama Roberto Tedde, è cagliaritano e ha 34 anni. Nella vita lavora in un'azienda informatica nel campo delle telecomunicazioni, ma nel tempo libero posa come fotomodello, è istruttore della Federazione Ciclistica Italiana, è appassionato di sport e attività estreme e si dedica alla pulizia delle spiagge e dei litorali con grande spirito ambientalista. «Durante le attività e le avventure che pratico all’aria aperta cerco sempre di fare qualcosa per non lasciare tracce del mio passaggio - spiega Roberto - impegnandomi a rimuovere quelle che trovo nel mio cammino; ogni volta mi preoccupo di raccogliere i rifiuti che sempre più spesso fanno da cornice ai luoghi che frequento. Ho la fortuna di poter condividere queste esperienze con la mia fidanzata Laura Demontis (cliccare qui per vedere la fotogallery) che sostiene insieme a me queste cause. La spontaneità e la sensibilità dei bambini come il loro innato desiderio di voler apprendere, rappresentano per me una piacevole possibilità per esercitare la mia passione di insegnare e di condividere le mie passioni con le prossime generazioni: per questo nell’ASD “Bike Lab”, di cui sono presidente, oltre a insegnare le basi ed i fondamentali indispensabili per la pratica della bici in completa sicurezza sicurezza, mi impegno a sensibilizzare gli allievi trattando tematiche relative all’ambiente. Tra le altre esperienze professionali mi capita di lavorare come fotomodello freelance in campo pubblicitario. Alcuni dei lavori recenti son stati per la campagna Azimut Yacht ed uno sport per azienda internazionale di Camper. In alcuni di questi lavori ho avuto l’opportunità di posare in coppia insieme alla mia fidanzata Laura. Sogno in un futuro di viaggiare e visitare le bellezze del mondo, e di riuscire sviluppare nella mia Terra sempre più le mie attività professionali all’area aperta. Da qualche anno sono alla ricerca di un’area circoscritta e sicura dove poter predisporre percorsi e attrezzatura finalizzati all’organizzazione dei corsi e delle lezioni di bici per i più piccoli». (Roberto Tedde su Instagram e su Facebook) (a cura di Federico Spano)

Blatte e sporcizia nel magazzino alimentare abusivo

CAGLIARI. Blitz nel quartiere Marina a Cagliari dei carabinieri del Nas e dei colleghi della Compagnia. In un magazzino abusivo gestito da un 18enne pakistano i militari hanno trovato cibo in mezzo alla sporcizia, con blatte e topi. Al giovane è stata inflitta una multa di 5mila euro e tutta la merce è stata sequestrata
(foto di Mario Rosas)

LEGGI ANCHE Blitz nel magazzino abusivo

Sara Melis, la designer sarda di costumi che ha conquistato il mondo

Sara Melis è partita da Carbonia ed è finita nelle riviste alla moda di tutto il mondo. Merito dei suoi costumi e della neonata linea La Reveche, che hanno conquistato il jet set internazionale.  Da New York alla settimana della moda di Milano, ormai lei, 32 anni, ha consolidato il suo nome nel dorato pianeta dell'haute couture.

L'ARTICOLO

TrovaRistorante

a Cagliari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro