Foto

Pubblica una foto sui social e trova un lavoro, il successo della cagliaritana Carlotta Deriu

CAGLIARI. Ha trasformato la sua passione per la fotografia e per i social in un lavoro di successo. Il suo aspetto fisico e la sua bellezza hanno avuto un ruolo importante soltanto all'inizio della sua carriera, quando si è fatta conoscere indossando i costumi da bagno della BikiniColors: oggi, Carlotta Deriu, 27enne cagliaritana, cura i profili social, l'ecommerce e le campagne pubblicitarie di numerose aziende cagliaritane. «Ho passato la mia infanzia in giro per il mondo, per via del lavoro di mio padre: ho vissuto in Qatar, Egitto, Arabia Saudita, Cina e Grecia. All'età di 14 anni sono rientrata in Sardegna e ho frequentato il liceo Classico Siotto Pintor di Cagliari. Dopo mi sono iscritta alla facoltà di Architettura, ma non ho concluso gli studi - racconta Carlotta -. Oggi sono una "social media manager": in buona sostanza creo, curo e gestisco le pagine social delle aziende che decidono di affidarsi a me». La carriera della giovane cagliaritana è nata un po’ per caso. «Ho sempre amato la fotografia e ho sempre curato in modo meticoloso i mie profili social - spiega l'imprenditrice -. Nell’estate del 2015 ho pubblicato una foto con un costume BikiniColors appena acquistato e dopo poche settimane il mio scatto è stato usato per la campagna pubblicitaria dell'azienda. Da lì è nata la prima collaborazione. Inizialmente mi occupavo solo di scattare foto con indosso i loro costumi, le editavo e le pubblicavo. Nel corso degli anni il rapporto si è evoluto e mi è stato riconosciuto un ruolo professionale che non avrei mai immaginato di ricoprire: oggi organizzo i servizi fotografici, scatto ed edito le foto sia per i social che per il sito internet, gestisco insieme a loro i social e programmo le campagne pubblicitarie. Sarò riconoscente per sempre a Bikinicolors per avermi concesso questa grande opportunità». Con il tempo sono arrivati nuovi clienti e oggi Carlotta Deriu cura gli account social di varie aziende: «Lavoro per Castangia, nel campo dell'abbigliamento, per la quale gestirò anche l'ecommerce, per Marino che si occupa di ristorazione, per SeaWater che opera nel campo dei gommoni di lusso, ovviamente per la BikiniColors e poi seguo diversi utenti privati. Ho una regola che seguo rigorosamente: acquisisco nuovi clienti solo se mi conquista l’attività e se condivido al 100 per cento il progetto. Il lavoro di social manager richiede grande attenzione, capacità organizzativa e continuità, insieme a tanta creatività. Non posso permettermi di abbandonare il telefono per più di un’ora e devo essere reperibile H24 7 giorni su 7. A oggi posso ritenermi soddisfatta ma la strada da percorrere è ancora lunga e in mente ho tanti nuovi progetti». (Carlotta Deriu su Facebook e su Instagram)

Il Crocifisso ligneo di Sciola nella Basilica di San Saturnino a Cagliari

La Basilica paleocristiana di San Saturnino a Cagliari ospita da ogg i8 marzo il crocifisso ligneo di Pinuccio Sciola. La presentazione si è svolta stamane e fa parte del programma della Settimana dei musei, organizzata dal polo museale della Sardegna. La cerimonia in cui l'opera è stata scoperta, si è svolta alla presenza del direttore del polo museale Giovanna Damiani e dei rappresentanti della fondazione Pinuccio Sciola. Il crocifisso è stato acquisito dal polo museale poco prima della morte dello scultore di San Sperate nel 2016 ed è stato destinato alla Basilica, proprio come fortemente voleva lo stesso Sciola. (a cura di enrico gaviano)

Cagliari-Inter 2-1, venerdì da favola per i rossoblù

CAGLIARI. Il Cagliari ha vinto alla grande in casa contro l'Inter. Quello dei rossoblù è stato un primo tempo perfetto, che hanno chiuso in vantaggio 2-1. Il primo gol è stato segnato dalla squadra di Maran, grazie a un colpo di testa del centrale Ceppitelli, poi c'è stato il pareggio di Lautaro Martinez, poi ancora la rete decisiva di Pavoletti, stavolta non di testa ma grazie aun tiro al volo. Nel secondo tempo il Cagliari ha retto bene agli assalti neroazzurri per poi rischiare di segnare anche il terzo gol al novantesimo, ma Barella ha tirato alto un calcio di rigore
(foto di Mario Rosas)

LEGGI ANCHE Impresa del Cagliari

La civiltà nuragica cuore pulsante del Mediterraneo

CAGLIARI. La mostra “La civiltà e il Mediterraneo”, inaugurata nei giorni scorsi nei due spazi del Museo archeologico nazionale e del Palazzo di città, mostra ciò che per lungo tempo è stato difficile ammettere: per secoli l’isola è stata culla di una civiltà florida, produttiva, crocevia di scambi e dialoghi con il resto del Mediterraneo. Fortemente voluta dall’assessorato regionale al Turismo, che ha firmato un accordo con il museo Ermitage di San Pietroburgo, il comune di Cagliari, il Polo museale della Sardegna e la Fondazione di Sardegna, sino al 16 giugno la mostra illustrerà un’isola in stretto contatto con gli altri paesi del Mediterraneo. Un viaggio nel tempo e nello spazio che, partendo dal Neolitico sino a sfiorare l’epoca romana, fa dialogare reperti dei poli museali sardi (oltre che quelli dell’archeologico di Cagliari, ce ne sono altri provenienti dal resto dell’isola) con quelli arrivati per l’occasione oltre che dall’Ermitage, dai musei archeologici di Napoli e Salonicco, dal museo Bardo di Tunisi e dal Museo di Berlino. (a cura di Sabrina Zedda - Foto Mario Rosas)

L'ARTICOLO La Sardegna antica al centro di una grande rete di culture

Il Cagliari batte il Parma e rivede la luce

CAGLIARI. Il Cagliari ritrova la vittoria - la prima del 2019 - battendo in rimonta il Parma dopo aver visto il baratro di una crisi profonda. In svantaggio di un gol, fischiati e contestati dalla Curva (cori anche contro il presidente Giulini) i rossoblù hanno raddrizzato una partita che sembrava stregata grazie al solito Pavoletti. Per il bomber livornese una doppietta da applausi: gol in scivolata per il pareggio e gran stacco di testa - la specialità della casa - per il gol della vittoria, a 5 minuti dalla fine.

L'ARTICOLO Orgoglio Cagliari, sotto di un gol rimonta e batte il Parma

Un migliaio di pastori del Sarrabus sversano il latte a Muravera

Muravera. Un migliaio di persone hanno partecipato questa mattina alla manifestazione di protesta, pacifica e ordinata, organizzata con un passa parola dai pastori del Sarrabus che si è svolta nella rotonda all’incrocio tra la statale 387 e la vecchia 125, alla periferia del centro abitato di Muravera. I pastori hanno ricevuto il sostegno incondizionato e la solidarietà dei sindaci di Muravera (Marco Falchi), Villaputzu (Sandro Porcu), San Vito (Marco Siddi), Villasimius (Gianluca Dessì), Castiadas (Eugenio Murgioni), Villasalto (Paolo Maxia) che hanno indossato la fascia tricolore. Alla confluenza delle due strade, bloccate e interdette al traffico veicolare dalle 8 alle 11,30, alcuni pastori hanno preparato il formaggio e la ricotta che hanno poi regalato ai partecipanti. Altri hanno donato il latte a chi ne ha fatto richiesta. Altri pastori, la stragrande maggioranza ,ha, invece preferito versare sull’asfalto centinaia di litri di latte. (giancarlo bulla, foto di alessandro bulla)

Notte di fuoco a Cagliari: bruciate quattro auto e una barca

CAGLIARI. Quattro auto in via Schiavazzi e una barca in via dei Calafati sono state distrutte dalle fiamme. Il primo rogo, le cui cause non sono state ancora accertate è divampato nel quartiere Sant'Elia, intorno alle 2 di oggi 6 febbraio. E' intervenuta una squadra dei vigili del fuoco del distaccamento porto che nel giro di breve tempo ha domato il rogo prima che potesse propagarsi ad altre vetture parcheggiate. E' intervenuta anche la polizia che ha avviato le indagini. Il secondo incendio è scoppiato in via dei Calafati. In fiamme una imbarcazione che si trovava in un rimessasaggio.
(foto di Mario Rosas)

TrovaRistorante

a Cagliari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller