Truffa telefonica in Calabria col nome di una donna di Tratalias

Scoperta dai carabinieri una casalinga che aveva fatto intestare l’utenza a una sarda

TRATALIAS. Aveva fatto allacciare l’utenza telefonica, ma invece che a suo nome l’aveva fatta intestare a un’altra persona, una ignara casalinga di Tratalias. A questa, ovviamente, arrivavano le bollette, che raggiungevano importi stratosferici.

A mettere in atto la truffa è stata una casalinga di Reggio Calabria, pregiudicata, che dopo una complessa indagine i carabinieri della stazione di Tratalias hanno identificato e denunciato per truffa e sostituzione di persona.

Dalle indagini è risultato che la donna aveva stipulato un contratto via telefono con la “Telecom Italia” indicando come dati anagrafici quelli della casalinga di Tratalias, a cui iniziavano ad arrivare bollette e avvisi di mancato pagamento.

La donna ha sporto subito una querela presso i carabinieri che dopo una serie di indagini e accertamenti sono riusciti a risalire alla truffatrice. Questa, per farsi consegnare anche il cordless previsto nel contratto aveva lasciato il numero dell’utenza cellulare a lei intestata, che naturalmente

dopo aver concluso la truffa aveva disattivato.

I carabinieri di Tatalias, che hanno effettuato le indagini, stanno ora cercando di scoprire come la donna calabrese sia entrata in possesso dei dati personali della persona a cui è stata intestata la bolletta. (Gianfranco Nurra)

TrovaRistorante

a Carbonia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller