Vai alla pagina su Vaccini

Bimbo malato di leucemia muore di morbillo a 6 anni

Il bambino era ricoverato da tempo all'ospedale San Gerardo di Monza. Secondo quanto riferito da La Repubblica​ il bambino "sarebbe stato contagiato dal fratello e dalla sorella maggiori, entrambi non vaccinati per scelta della famiglia"

È morto «per complicanze polmonari e cerebrali da morbillo», un bambino di 6 anni che si trovava ricoverato nel reparto di rianimazione dell'Ospedale San Gerardo di Monza. Ne ha dato notizia l'assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera.

Aumento casi di morbillo. Giovanni Rezza (Iss): «Malattia da non sottovalutare» «Il piano di eliminazione del morbillo dall'Europa è stato disatteso - dice Giovanni Rezza, direttore del Dipartimento malattie infettive dell'Istituto Superiore di Sanità-: si prevedeva di debellarlo nel 2015 e invece ci troviamo di fronte a una nuova ondata epidemica». Il recente aumento dei casi (triplicati ad inizio anno rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso) è da attribuire all'alta contagiosità della malattia unita al calo della copertura vaccinale (scesa all'85% rispetto all'auspicato 95%). «Non è mai una malattia banale; oggi colpisce persone più grandi, adolescenti e giovani adulti, e può dare complicanze. Se possibile va evitata» (di Cinzia Lucchelli)

Il bimbo era affetto da leucemia e per questo era ricoverato in ospedale dal 15 marzo. Secondo Gallera, «solo l'immunità di gregge avrebbe salvato il piccolo». «La storia di questo piccolo affetto da leucemia - ha spiegato Gallera - è l'esempio di come la cosiddetta "immunità di gregge" sia fondamentale per la protezione di coloro che, per la loro malattia o per lo stato di trattamento in cui si trovano, non sono protetti, anche quando fossero vaccinati dal morbillo così come da altre malattie infettive».

Secondo quanto riferito da La Repubblica il bambino "sarebbe stato contagiato dal fratello e dalla sorellamaggiori, entrambi non vaccinati per scelta della famiglia".

«Il piccolo - ha continuato l'assessore - era affetto da una Leucemia Linfoblastica Acuta (LLA), malattia che oggi ha una probabilità di guarigione in oltre 85% dei casi con forme simili. In data 15 marzo, per il sospetto di infezione da morbillo (diagnosi confermata il 16 marzo), è stato trasferito in terapia intensiva per il peggioramento progressivo del quadro polmonare con necessità di assistenza respiratoria. È stato intubato e successivamente è iniziata l'assistenza mediante ECMO per insufficienza cardiaca o respiratoria, proseguita fino alla data di oggi».

Obbligo di vaccini fino all'asilo, 5 cose da sapere Tornano i vaccini obbligatori e passano da 4 a 12. Dopo vent’anni, complice l’allarme per il riemergere di malattie che si ritenevano debellate come il morbillo, il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto che ripristina la vaccinazione obbligatoria da 0 a 16 anni. Ecco cosa c'è da sapere (a cura di Cinzia Lucchelli

«Ci tengo a sottolineare - ha concluso l'assessore - come solo l'immunità di gregge, cioè la vaccinazione di oltre il 95% dei bambini, sia l'unica strada per tutelare soggetti immunodepressi o che hanno contratto malattie come nel caso del piccolo del San Gerardo, che per queste ragioni non possono vaccinarsi».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro