Parma, aggredita per aver dato la casa a una coop per profughi

La donna, dopo essere stata insultata, ha presentato una denuncia

PARMA. Una donna di 59 anni è stata bloccata per un'ora e mezza, insultata, minacciata e presa a sputi; la 'colpa' avere ceduto la propria casa ad una cooperativa che utilizzerà lo stabile per accogliere 20 profughi.

E' successo a San Michele Tiorre, piccolo paese della collina parmense. L'episodio risale a martedì sera e la donna, dopo avere avvisato di quanto successo la Prefettura, ha sporto denuncia presso i Carabinieri. Ad affrontarla una cinquantina di persone, molti residenti del paese, ed alcuni di loro sarebbero stati identificati dalla donna che nella denuncia ne avrebbe indicato nomi e cognomi.

"Quanto è avvenuto è grave ed inaccettabile - commentano oggi in una nota i parlamentari del Pd parmensi Giorgio Pagliari, Giuseppe Romanini e Patrizia Maestri. Alla signora e a tutta la comunità, scossa da quanto avvenuto, va la nostra vicinanza e solidarietà".

 

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie