Cane ridotto in fin di vita, condanna a sei mesi per la proprietaria

Soddisfazione dell'Enpa, associazione costituita parte civile

RAVENNA. Sei mesi e 3mila euro di multa: è la pena inflitta nei confronti di una donna di 55 anni, accusata di maltrattamenti di un cane di razza lagotto, Corry, ritrovato in fin di vita nel marzo 2014. Il marito dell'imputata aveva invece patteggiato quattro mesi, a novembre 2016. A dare notizia della sentenza pronunciata dal giudice Janos Barlotti del tribunale di Ravenna è l'Enpa.

"La giustizia ha fatto il suo corso e siamo soddisfatti che siano state riconosciute le colpe degli ex proprietari di Corry", ha commentato Maria Teresa Ravaioli, presidente dell'ente nazionale protezione animali, sezione di Faenza.

L'associazione animalista si è costituita parte civile nel processo: "Si

tratta di una pena esemplare per un reato penale, quello del maltrattamento degli animali, che non deve essere tollerato in una società civile", ha aggiunto il difensore di Enpa, avvocato Barbara Liverani. Ora Corry è tornato in salute ed è stato adottato da una famiglia.

 

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro