Jessica uccisa con ferocia dal tranviere

Diventa commemorativo l'account Facebook della ragazza

MILANO. Diventa "commemorativo" l'account Facebook di Jessica Valentina Faoro, la 19enne uccisa ieri 7 febbraio in un appartamento di Milano, nel popolare quartiere Stadera. Accanto al suo nome compare oggi la scritta «in memoria di», opzione prevista dal social per le persone defunte. «Speriamo che le persone che amano Jessica Valentina - si legge sulla pagina della ragazza - troveranno conforto nel visitare il suo profilo per ricordare lei e la sua vita». La ragazza entra dunque nel 'cimiterò online, uno spazio virtuale destinato ad accogliere i profili delle persone defunte che in vita si erano iscritte proprio su Facebook.

Jessica è stata uccisa da un tranviere di 39 anni, Alessandro Garlaschi, che la ospitava. Sul delitto emergono particolari agghiaccianti. Jessica prima di essere uccisa ha cercato di difendersi ma io "ho rigirato il coltello" che aveva in mano contro di lei e "l'ho colpita allo

stomaco". E' la spiegazione data al pm Cristiana Roveda e agli uomini della Squadra Mobile di Milano da Alessandro Garlaschi, accusato di aver assassinato la 19enne Jessica Valentina Faoro e di aver cercato di bruciare il corpo della giovane, che aveva opposto resistenza agli approcci di lui.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro