Ritrovato a Istanbul il cadavere di Alessandro Fiori

Il giovane manager italiano, scomparso dal 14 marzo, aveva il cranio fracassato

istanbul. E' stato trovato il cadavere di Alessandro Fiori, manager di 33 anni originario di Soncino (Cremona), giunto in Turchia il 12 marzo e scomparso. Lo afferma il sito internet di "Chi l'ha visto", secondo cui il corpo è stato ritrovato a Sarayburnu, una zona di Istanbul, e riconosciuto dal padre. Sono in corso verifiche da parte delle autorità.

Il corpo è stato trovato con il cranio fracassato nella zona del porto di Istanbul. L'uomo era partito per la Turchia il 12 marzo scorso dall'aeroporto della Malpensa. Dal 14 di marzo la famiglia non aveva avuto più notizie. Il cadavere è stato inviato all'Istituto di medicina forense locale per accertarne l'identità attraverso il test del Dna e chiarire le cause del decesso. Un campione di Dna è stato prelevato dal padre di Alessandro Fiori, l'italiano scomparso a Istanbul, per effettuare un confronto con quello del cadavere.

Il test del Dna ha confermato che il corpo trovato a Istanbul è quello di Alessandro Fiori.

Lo rendono noto fonti della Farnesina sottolineando che sulla vicenda la famiglia del giovane ha chiesto il massimo riserbo. Il cadavere trovato dalla polizia nei pressi della zona storica del palazzo di Topkapi, è stato portato sulla riva del quartiere di Sarayburnu dalla corrente del mare.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community