Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Esce da coma e accusa,volevano uccidermi

Incidente nel Sassarese, ora si indaga per tentato omicidio

(ANSA) - SASSARI, 8 APR - È giallo a Nughedu San Nicolò, piccolo centro in provincia di Sassari, per il racconto fatto da Giovanni Antonio Pedranghelu, allevatore di 36 anni, che si è risvegliato dal coma dopo un grave incidente a causa del quale è tuttora ricoverato a Sassari, con 23 fratture e un polmone perforato. Come riferisce il quotidiano La Nuova Sardegna, l'uomo sta cercando di riordinare i ricordi di quei momenti terribili e accusa: "Stavo aprendo un cancello e poi una macchina mi è passata sopra, ma poi non ricordo altro".

Secondo la ricostruzione alla quale ha contribuito il diretto interessato dopo il suo risveglio, sarebbe salito sull'auto di un conoscente e poi si sarebbe ritrovato sotto le ruote. Ricordi sufficienti per aprire un'indagine per tentato omicidio, perché chi lo ha investito potrebbe anche averlo fatto in modo involontario, ma poi - credendo che Pedranghelu fosse morto - l'avrebbe trascinato e gettato nella stradina sottostante da un'altezza di circa tre metri