Treno contro tir: parla cugino vittima

Di origini sarde ogni anno tornava sull'Isola per le vacanze

(ANSA) - CAGLIARI, 24 MAG - Era molto legato alla Sardegna e ogni anno tornava sull'Isola per trascorrere le vacanza a Bosa.

Lo racconta al tg della tv locale Videolina Matteo Madau, il cugino di Roberto, il macchinista di 61 anni, di origini sarde, morto nell'incidente ferroviario a Caluso (Torino), sulla linea Chivasso-Aosta. Nato in Piemonte e residente a Ivrea, la vittima aveva ancora forti legami con la terra dei genitori. "Ogni anno rientrava per fare qui le ferie - ricorda il cugino - affittava una casa a Bosa con il papà, che è di Lunamatrona (sud Sardegna, ndr) e la sorella. "Adorava il suo lavoro

- sottolinea Matteo Madau - era sempre pronto ad aiutare tutti: tante volte si fermava qualche secondo in più per far salire le persone che arrivavano all'ultimo. La sua scomparsa così improvvisa è un grande lutto per tutta la famiglia, una tragedia che non si può descrivere".

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro