Pm, Paturzo a disposizione di Maroni

'Ex Governatore ha piazzato lei e altra'. Oggi prevista sentenza

(ANSA) - MILANO, 18 GIU - E' chiaro "a tutti" che Maria Grazia Paturzo "era considerata in Expo, da Sala e da tutti, una figura a disposizione personale del presidente Maroni, altro che una figura di raccordo tra la Regione e Expo". Così il procuratore aggiunto di Milano Eugenio Fusco ha spiegato quella "insistenza crescente" da parte dell'allora Governatore lombardo Roberto Maroni nel richiedere che la società che gestiva l'Esposizione universale si facesse carico delle spese di Paturzo, sua ex collaboratrice al Viminale e temporary manager in Expo, per un viaggio a Tokyo nel 2014. Maroni, davanti ai giudici della quarta penale che oggi emetteranno la sentenza, è accusato di induzione indebita ma anche di turbata libertà nel procedimento di scelta

del contraente per aver fatto ottenere, secondo l'accusa, un contratto anche a un'altra ex collaboratrice anche lei da "piazzare", Mara Carluccio, presente in aula così come altri due coimputati. Assente Maroni e per lui la Procura ha chiesto una condanna a 2 anni e mezzo.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro