Al via processo per veleni Portovesme

Contestato ai vertici dell'azienda reato di disastro ambientale

(ANSA) - CAGLIARI, 17 LUG - Il motto è quello indicato in uno striscione fuori dal palazzo di giustizia di Cagliari: chi inquina paga. Sotto una data storica, quella di oggi. Lo hanno esposto i rappresentanti dei gruppi e delle associazioni che si sono costituiti parti civili. Se lo slogan diventerà realtà lo dirà l'esito del processo cominciato questa mattina al tribunale del capoluogo contro i vertici di Eurallumina, l'azienda di Portoscuso che produceva alluminio e che ora è chiusa anche se è in corso un'operazione di rilancio. Una fabbrica che divide il territorio: cassintegrati e famiglie da una parte, ambientalisti dall'altra. Uno dei punti cruciali sarà legato alle perizie:

le associazioni ritengono che i fanghi rossi abbiano creato inquinamento. Eurallumina no, e proverà a dimostrare il contrario. O almeno di non essere responsabile. Udienza e processo aperti. Ma per sentire i testimoni del pm il processo è stato rinviato al 15 e 20 marzo.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro