Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Bimbo morto in piscina: indagati i genitori e i gestori dell'impianto

Stamani 6 settembre l'autopsia sul corpo di Richard Mulas annegato in un residence di Orosei, domani i funerali a Irgoli

NUORO. Ci sono quattro indagati per la morte del piccolo Richard Mulas, il bambino di 7 anni di Irgoli, annegato domenica scorsa 2 settembre nella piscina di un residence a Orosei. Gli avvisi di garanzia sono arrivati ieri 5 settembre a tarda sera ai genitori del bambino e ai gestori dell'impianto, condiviso tra due residence, Gli Ulivi e il Rifugio.

Gli avvisi di garanzia erano attesi per poter procedere all'autopsia su corpo del piccolo, che verrà eseguita stamattina 6 settembre all'ospedale San Francesco di Nuoro dal medico legale Vindice Mingioni. Il funerale, invece, è stato fissato per domani a Irgoli; il sindaco Ignazio Porcu ha proclamato il lutto cittadino.

L'avviso di garanzia nei confronti dei genitori della piccola vittima è un atto dovuto. Il bambino di 7 anni si trovava da solo al momento della tragedia, mentre la madre era al lavoro proprio nel residence in cui è avvenuta la tragedia.