Dopo l'agguato il quartiere si ribella

A San Giovanni a Teduccio fino a parco chiuso da 20 anni

(ANSA) - NAPOLI, 16 MAG - In tantissimi hanno sfilato oggi per le strade del quartiere di San Giovanni a Teduccio, a Napoli, per dire no al degrado, all'abbandono e alla criminalità. Bambini, adolescenti e istituzioni si sono uniti per la seconda edizione di 'Io non ci sto all'abbandono'. Una marcia che quest'anno ha assunto un valore ancor più rilevante a seguito dell'agguato che nel mese di aprile si è verificato nel Rione Villa in prossimità della scuola 'Vittorino da Feltre', davanti agli occhi di un bambino. "Noi ci siamo sempre - ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris - così come le forze dell'ordine e la magistratura che hanno dato una risposta importante

con gli arresti dei presunti mandanti ed esecutori dell'agguato al Rione Villa. La città - ha aggiunto - come si è visto anche in questi giorni è presente e schierata per il riscatto civile e culturale. I napoletani stanno dimostrando di non girarsi dall'altra parte".

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community