Schianto contro un'auto: non casualità ma gesto volontario di un fidanzato deluso

Il racconto di una ragazza di 21 anni agli agenti: "Voleva che morissimo tutti e due"

VENEZIA. Potrebbe non esserci la fatalità ma il tentativo deliberato di un gesto autolesionistico, al termine di una litigata con la fidanzata, dietro alla morte di una pensionata di Treviso, Giuseppina Lo Brutto, 62 anni, travolta da un'auto venerdì scorso a Povegliano. Lo sostiene la ragazza di 21 anni che si trovava a fianco dell'investitore, uno studente universitario 22enne.

Dopo essere stata trasportata insieme al fidanzato all'ospedale, secondo quanto riportato dai giornali locali, la giovane avrebbe riferito che il compagno

si sarebbe scagliato volutamente contro la vettura che procedeva in senso opposto e su cui la donna si trovava insieme al marito, invadendo l'altra corsia. Un gesto improvviso per tentare di uccidersi e porre fine alla vita anche della giovane che lo stava lasciando.

 

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community