Sindaci in rivolta per la Sassari-Olbia: «Basta croci»

Manifestazione di protesta al cantiere del lotto 2. Appuntamento martedì 5 agosto con tutti i primi cittadini dei Comuni lungo l'importante arteria stradale

SASSARI. Manifestazione di protesta domattina sulla Sassari- Olbia per chiedere la nomina di un commissario straordinario e lo sblocco dei cantieri ingessati da burocrazia e fallimenti. La mobilitazione scatterà alle 8.30 al km 28 della strada statale 597, sede del lotto 2, dove sono convocati i Consigli comunali dei centri attraversati dai cantieri della quattro corsie, diventata ormai un monumento all'incompiuta.

«Circa due mesi fa, quando il ministro Toninelli ha fatto visita ai cantieri della Sassari- Olbia, abbiamo chiesto che sia nominato un commissario straordinario in capo alla Regione e non all'Anas, che già gestisce gli appalti, per sbloccare la situazione e arrivare al completamento dell'opera, ma finora non abbiamo ricevuto risposte, e nulla è cambiato - denuncia il sindaco di Ozieri Marco Murgia - I cantieri bloccati restano fermi, e su quella strada incompiuta si continua a morire».

Al suo fianco domattina ci saranno i sindaci di Ardara, Berchidda, Codrongianus, Florinas, Monti, Olbia, Oschiri e Ploaghe, con tutti i consiglieri comunali. «Vogliamo ribadire l'assoluta necessità e urgenza che la quattro corsie sia ultimata al più presto - spiega il primo cittadino di Ploaghe Carlo Sorgiu - Come abbiamo già indicato al ministro Toninelli, la soluzione più idonea ci pare quella di nominare un commissario che sblocchi i cantieri e acceleri le procedure burocratiche. Tutto il nord Sardegna ha già pagato un prezzo troppo alto per questa incompiuta. È davvero ora che si metta fine alle morti e ai disagi che questa strada a metà sta causando».

Solidali con la protesta dei sindaci anche i gruppi consiliari del centrosinistra in Regione, che sull'argomento hanno depositato oggi una mozione rivolta al presidente Solinas e all'assessore ai Lavori pubblici, con la quale chiedono l'impegno della Giunta per la nomina di «un commissario governativo munito dei poteri necessari, affinché possa intervenire per ridurre i tempi delle procedure di realizzazione dell'opera e giungere quanto prima al suo completamento».

Sottolineano inoltre la necessità di «individuare

e conseguentemente rimuovere le cause per le quali le imprese subappaltatrici, gli operai e i fornitori sardi lamentano i mancati pagamenti da parte delle aziende appaltatrici dell'opera», si legge nel documento che vede come primo firmatario l'esponente del Pd Giuseppe Meloni. (ANSA).

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SCRIVERE: NARRATIVA, POESIA, SAGGI

Come trasformare un libro in un capolavoro