Spiagge sarde depredate: nuovi sequestri

Bloccati alcuni quintali di sabbia e conchiglie

(ANSA) - CAGLIARI, 14 AGO - Alcuni quintali di sabbia, conchiglie e sassi prelevati dalla spiagge sarde come souvenir da gruppi di turisti in partenza dall'Isola, sono stati sequestrati all'aeroporto di Cagliari-Elmas. I controlli risalgono alla settimana scorsa e sono stati effettuati in più riprese: alla fine, segnala il sito "Sardegna rubata e depredata", il materiale recuperato ha raggiunto il peso considerevole di alcuni quintali.

Tutto ora sarà riportato e riposizionato sui litorali violati. L'ultimo bottino arriva dalle spiagge di Villasimius, Chia,

Costa Rei, Teulada, Piscinas, Is Arutas e Mari Ermi, Muravera, Geremeas e Porto Pino. Autori degli indebiti prelievi, turisti soprattutto stranieri provenienti da Francia, Spagna, Ungheria, Polonia, Germania, Svizzera e Regno Unito, ma tra i responsabili anche diversi italiani.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SCRIVERE: NARRATIVA, POESIA, SAGGI

Come trasformare un libro in un capolavoro