baunei

Sotto tutela i nuraghi del Golgo

La Regione ha affidato la protezione dei tre siti all’Ente foreste

BAUNEI. Eccole le sentinelle nuragiche dell’altipiano di Golgo, a Baunei: Co ’e Serra, Orgoduri e Nurag’Alvu. Sono questi i siti archeologici valutati meritevoli di particolare attenzione da parte della Soprintendenza per i beni archeologici di Sassari e Nuoro, che saranno tutelati e protetti dal personale dell’ente Foreste.

I tre complessi archeologici sono attualmente avvolti dalla vegetazione che, in più di un’occasione, ha causato cedimenti strutturali e conseguenti danni al monumento.

Quello archeologico è un patrimonio che esiste e che pertanto va tutelato e reso fruibile, soprattutto in quell’area. È per questo motivo che la Regione, nella seduta di giunta del 17 luglio scorso, ha autorizzato l’impiego del personale dell'Ente Foreste fuori dei compendi forestali per interventi di antincendio, forestazione e messa in sicurezza di siti di altissimo pregio archeologico ricadenti nel territorio comunale di Baunei.

L’iter è stato avviato diversi mesi fa dall'esecutivo del comune ogliastrino guidato da Salvatore Corrias, che ha visto nella prima fase una fattiva collaborazione con la stessa Soprintendenza, procedendo a puntuali sopralluoghi nei siti oggetti di intervento.

Soddisfazione palese, dunque, tra gli amministratori per una delibera, quella approvata pochi giorni fa al palazzo regionale, che dà così

esecutività al progetto messo in campo dal comune di Baunei e che prevede la pulizia e la messa in sicurezza dei tre nuraghi dell’altopiano di Golgo, punti strategici di un percorso già in atto, volto alla valorizzazione turistica, culturale, e quindi economica, del vasto territorio comunale.

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro