Mobilitazione per la Sla, pronti per la doccia gelata

Domenica si celebra la Giornata nazionale dellla sclerosi laterale amiotrofica A Pratosardo l’iniziativa di Aisla e Comune: raccolta fondi e Ice bucket challenge

NUORO. In prima linea per sostenere i malati di Sla. E pronti alle secchiate d’acqua gelata. Anche Nuoro risponde alla sfida lanciata dall’Aisla, l’Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica, che domenica celebra la “Giornata nazionale sulla Sla” in 120 piazze italiane. Un appuntamento con la solidarietà che in Sardegna coinvolgerà cinque comuni – oltre a Nuoro, Lotzorai, Oristano, Iglesias e Cagliari – con l’obiettivo di divulgare informazioni sulla malattia e raccogliere fondi per la ricerca su questa patologia, ad oggi ancora senza cure, e per l’assistenza dei malati, che in Sardegna sono oltre 200 (6mila in Italia). Una trentina i casi in provincia di Nuoro, quattro quelli acclarati in città, a cui se ne aggiungono altrettanti di recente diagnosi. La Giornata nazionale sulla Sla prevede in città una serie di iniziative che sono state illustrate ieri, in sala consiliare, dall’assessore ai Servizi sociali Mario Angioi e dalla presidente provinciale Aisla, Rosa Puligheddu. «Sono molto contenta perché il Comune è in prima linea con noi», ha sottolineato la referente Aisla. Che ha spiegato i dettagli dell’evento. Il programma si svolgerà al centro commerciale Pratosardo – presente ieri il direttore Sandro Petretto – e sarà sostenuto da due testimonial: l’Associazione Amici del Folklore (coro, tenore e gruppo di ballo) e il Coro Nugoro Amada, che dalle 16 si alterneranno con varie esibizioni. Per tutta la giornata, dalle 10 alle 21, sarà attiva una postazione per raccogliere le donazioni. A fronte di un’offerta minima di 10 euro sarà possibile ricevere una bottiglia di vino Barbera d’Asti e Anzenas di Dolianova per sostenere la ricerca. Fino al 21 settembre inoltre si potranno donare 2 euro anche attraverso il numero 45502. Dalle 10 alle 13 sarà operativo il punto informativo “l’esperto risponde”: specialisti in Neurologia, Pneumologia, Riabilitazione e Rianimazione, insieme ai servizi sociali del Comune, saranno a disposizione di chiunque voglia informazioni sulla malattia. A fine mattinata, il via alla sfida-donazione Ice bucket challenge, la sfida delle secchiate d’acqua, che avrà come protagonisti della doccia della solidarietà (accompagnata ovviamente dalla donazione), gli stessi medici. Il momento si ripeterà anche a fine serata, questa volta con la partecipazione degli Amici del Folklore, del Coro Nugoro Amada e degli atleti della Ichnos basket e Pallacanestro Nuoro e di tutti coloro che vorranno aderire all’ iniziativa delle secchiate d’acqua. Che ha un significato molto

più profondo della semplice moda del momento. «È stato un 35enne americano al quale era stata diagnosticata la malattia a lanciare la sfida – ha spiegato Rosa Puligheddu – : chiedeva alla gente di provare la stessa sensazione da lui provata alla notizia di avere la Sla. Una doccia gelata».

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli