gavoi

Nuove “Letture di gusto” con l’associazione Malik

GAVOI. Riprendono le attività dell’associazione Malik che opera a livello regionale ma ha la sede a Gavoi, paese della responsabile Valeria Sanna. Dal 22 settembre al 10 ottobre, infatti, tornano gli...

GAVOI. Riprendono le attività dell’associazione Malik che opera a livello regionale ma ha la sede a Gavoi, paese della responsabile Valeria Sanna. Dal 22 settembre al 10 ottobre, infatti, tornano gli appuntamenti proposti da Malik, con “Letture di gusto” che questa volta interesseranno i paesi di Austis, Seneghe e Neoneli, attraverso una serie di eventi a tema e laboratori creativi. Le iniziative si inseriscono nella manifestazione itinerante “I libri aiutano a leggere il mondo”, un percorso di promozione della lettura attraverso i diversi linguaggi della cultura e dell’arte, che nella sua V edizione intende riflettere sulle esperienze e sul lavoro di alcune figure esemplari, capaci di trasmettere attraverso il fare, e non solo attraverso il pensare, il dire o lo scrivere. Le attività coinvolgono l’università di Cagliari, enti pubblici, imprese e associazioni del territorio regionale. La sezione “Letture di gusto” si propone di arrivare ad un pubblico eterogeneo e diversificato: dai divoratori di libri ai soggetti più restii alla lettura, dagli abitanti piccoli e grandi, ai turisti di passaggio, dai cuochi agli scrittori, per esplorare insieme il valore simbolico-culturale e letterario del cibo e del suo processo creativo. A caratterizzare i laboratori, infatti, sarà proprio la trasformazione dei prodotti della natura, ingredienti e materiali grezzi dei territori tramite l’uso di metodi di lavorazione sia tradizionali che innovativi. I libri, la lettura, la scrittura accompagneranno la pratica culinaria, andando a “insaporire” la degustazione con elementi di cultura, ma anche di tecnica. «L’obiettivo non è solo quello di avvicinare i cittadini alla lettura – spiega Valeria Sanna – ma di proporre un modo più attento di “leggere il mondo e la vita” nella nostra terra con un approccio più cosciente nel riconoscerne il valore e nel promuovere l’immagine del territorio sardo anche fuori dai confini regionali. Il cibo, infatti, non solo agisce simbolicamente rivelando identità – sottolinea la responsabile di Malik – ma è anche potente veicolo di comunicazione, capace di dare emozioni durature e costruire relazioni profonde anche tra locali, visitatori e turisti. Le iniziative, realizzate negli ambienti delle biblioteche pubbliche, presso le attività produttive locali e in spazi di valenza culturale e paesaggistica, si articoleranno in seminari e workshop, laboratori per i ragazzi delle scuole, proiezioni di film e video, lezioni informali e aperte con il coinvolgimento dell’università, incontri

e dibattiti, giochi, performance teatrali e musicali. Saranno proposti degli eventi finali – conclude Valeria Sanna – in cui sarà possibile incontrarsi, presentare i lavori svolti nei laboratori, confrontarsi e naturalmente assaporare insieme i cibi preparati, con gusto». (g.m.s.)

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SCRIVERE: NARRATIVA, POESIA, SAGGI

Come trasformare un libro in un capolavoro