Bus navetta, bagni chimici, 10 mostre Il paese si trasforma in vista della festa

Sessanta elementi per i servizi, tre info point, sei bus navetta, una decina di bagni chimici, trenta organetti, dieci mostre culturali, due presentazioni di libri, due convegni e un premio...

Sessanta elementi per i servizi, tre info point, sei bus navetta, una decina di bagni chimici, trenta organetti, dieci mostre culturali, due presentazioni di libri, due convegni e un premio letterario. Oltre ai concerti itineranti di Claudia Aru e del gustar hero Alberto Sanna.

Numeri notevoli quelli di Montagna Produce, che ha nel centro storico e nei prodotti locali la sua vera anima. Certo non mancheranno il pane di Orgosolo, i caschettes di Belvi, sa Carapigna di Aritzo, i vini del Mandrolisai, Mamoiada e Oliena. Ma in quel caleidoscopio di sapori, che nasce nella mura scalfite dal tempo di Issiria, e' la vera essenza della fiera Desulese.

Salumi, tra cui l'eccellente prosciutto, i formaggi, a fritti e semi cotti, i torroni, il pane, i dolci tipici,l'artigianato ligneo e tanto altro. Tutto a misura di turista e cercando di tenere una tradizione che è difficile tenere. Anche nella cucina.

«La montagna è cultura e soprattutto tradizione. A volte povera, ma ricca di umanità e genuinità. Aiutare la montagna vuol dire salvare un pezzo di Sardegna che si vuole cancellare e far cadere nel dimenticatoio. Ma noi, testardi come non mai, resistiamo».

Importante poi l’animazione curata dai tre cori del paese, Padentes,

guidato da Yvano Argiolas, Anninnora, seguito da Federico di Chiara e Montanaru da Vito Marci. Insomma, saranno tre giorni pieni di tante cose belle, durante i quali verrà messa in mostra la laboriosità di un intero popolo che con orgoglio fa ancora vivere le antiche tradizioni. (g.m.)

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli