l’iniziativa

Bitti rinnova il bando per le borse di studio sul parco Tepilora

BITTI. Tornano le borse di studio alla memoria dell’arciprete di Gorofai don Ciriaco Pala, istituite il 26 gennaio 2010, aula consiliare del comune di Bitti. È in quella sede che il consiglio...

BITTI. Tornano le borse di studio alla memoria dell’arciprete di Gorofai don Ciriaco Pala, istituite il 26 gennaio 2010, aula consiliare del comune di Bitti. È in quella sede che il consiglio comunale, all’unanimità, le ha istituite con l’occhio rivolto ai giovani laureati o ricercatori che abbiano svolto le loro ricerche in campo naturalistico, archeologico, museo logico riguardanti il territorio dei 15 paesi che ruotano attorno al Parco di Tepilora, ovvero Bitti, Budoni, Irgoli, Loculi, Lodè, Lula, Onanì, Onifai, Orosei, Posada, San Teodoro, Siniscola, Torpè e, inoltre, Alà dei Sardi, Berchidda, Buddusò, Monti, Olbia, Oschiri, Padru.

In questo ambito gli argomenti oggetto di premiazione sono in ordine di importanza nella valutazione i boschi a sughere e altre querce, ecologia, botanica, zoologia, genetica, mineralogia, geologia, paleontologia, museologia legate a Tepilora e in particolare al territorio di Bitti. L’idea venne lanciata dal docente universitario Michele Palmas, già direttore dell’orto botanico di Cagliari, che si era impegnato di mettere a disposizione 1500 euro, di cui 1000 per il primo classificato e 500 per il secondo di ogni anno. Poi il cofinanziamento del Comune. Visto il successo l’amministrazione rinnova la proposta anche per il 2014, sorretta dal finanziamento privato e dall’impegno dell’amministrazione a cofinanziare le borse con i fondi del bilancio 2015 «a secondo delle disponibilità e resta aperta la possibilità dei privati di contribuire finanziariamente all’incremento delle quote destinate». La domanda va indirizzata in doppia busta, all’ufficio amministrativo, comune di Bitti, piazza Asproni 47 08021 Bitti, entro il 12 gennaio 2015. O a mano all’ufficio protocollo negli orari di apertura. La busta con la domanda dovrà recare sulla facciata ove non è scritto l’indirizzo: “Contiene domanda per borsa di studio (indicare

il titolo del lavoro)”. Nella domanda vanno indicati nome, cognome, data, luogo di nascita, titolo di studio, titoli posseduti, comune di residenza, indirizzo e allegati curriculum vitae,testo della ricerca in carta e in dvd (datati e sottoscritti), richiesta di partecipazione. (b.a.)

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SCRIVERE: NARRATIVA, POESIA, SAGGI

Come trasformare un libro in un capolavoro