Posada, al via un corso di turismo ambientale

Dal primo al 6 dicembre la Casa delle dame ospiterà l’alta scuola di Vivilitalia Parteciperanno trenta iscritti, nove dei quali indicati dai comuni del Montalbo

POSADA. Si svolgerà in Sardegna la terza edizione della Alta scuola di turismo ambientale (Asta) promossa da Legambiente. A Posada, esattamente, dal primo al 6 dicembre, dove l’amministrazione comunale ha messo a disposizione il proprio centro di educazione ambientale, cioè la Casa delle dame. Aperta a studenti, laureati o professionisti, la scuola di Legambiente (attraverso la società controllata Vivilitalia, che si occupa di progetti legati ai territori) mette a disposizione trenta posti per le lezioni che saranno teoriche e pratiche, cioè vere e proprie indagini sul campo. Nove posti saranno assegnati d’ufficio ai giovani e non degli altrettanti paesi che compongono l’Unione dei comuni del Montalbo, che dà un contributo finanziario e logistico all’iniziativa assieme alla Camera di commercio di Nuoro. Le lezioni all’aperto dunque si svolgeranno nel Parco regionale di Tepilora appena istituito, che comprende oltre che Posada aree nei comuni di Torpè, Lodè e Bitti.

Già sperimentata nelle prime due edizioni nel Parco nazionale delle Cinque Terre in Liguria, la scuola è rivolta a quanti intendono perfezionare il proprio percorso formativo e le proprie competenze nel settore del turismo ambientale. L’obiettivo dei corsi è far comprendere il percorso di costruzione di un turismo durevole in territori complessi partendo dalle risorse tipiche del territorio e coniugandole con attività di tutela e valorizzazione del paesaggio. La prima sessione formativa si svolgerà appunto dal primo al 6 dicembre, e i nove corsisti dell’area del Montalbo saranno indicati dalle rispettive amministrazioni. Un’ulteriore opportunità viene concessa ai residenti nei quattro comuni del Parco di Tepilora: oltre al posto gratuito d’ufficio, per loro ci saranno sino a sei posti a contributo agevolato. Agevolazioni sono previste anche per le imprese del settore turistico residenti a Posada, Torpè, Lodè e Bitti iscritte alla Camera di Commercio.

«Per i partecipanti ad Asta abbiamo selezionato le migliori esperienze italiane nel campo turistico ed ambientale, raccontate dalla viva voce dei protagonisti – dice Sebastiano Venneri, presidente di Vivilitalia –. Si tratta di un'esperienza unica nel nostro Paese che mette a disposizione dei partecipanti un'offerta formativa di livello in un settore, quello del turismo ambientale, di grande prospettiva occupazionale».

Cosa accadrà durante il seminario? Con l’aiuto di docenti esperti e numerose testimonianze autorevoli, spiega Vivilitalia, si cercherà di comprendere e far emergere il mix di azioni e strategie necessarie per un corretto sviluppo dei territori e di immaginare e realizzare prodotti e servizi turistici sostenibili. Per questo è necessario possedere competenze evolute, capire i trend della domanda per definire tipologie di offerta mirate e posizionarle sul mercato per costruire un sistema di offerta coerente con gli standard di un turista sempre più esigente.

Le esperienze vissute sul campo diventeranno oggetto di rielaborazione teorica e le docenze in aula permetteranno di affrontare i temi legati alla governance dei territori e della costruzione e promo-commercializzazione dei prodotti di turismo ambientale legando in questo modo l'esperienza alla teoria e viceversa. Il corso è rivolto in particolare a funzionari di amministrazioni pubbliche, manager, esperti in pianificazione ambientale

e del territorio, operatori di settore e piccoli imprenditori locali.

Per informazioni si può contattare la segreteria organizzativa di Vivilitalia (06 862681 e 86268384), l’Unione dei comuni del Montalbo, il Comune di Posada o le altre amministrazioni interessate. (p.me.)

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community