Guardia medica a Loculi, locali inadeguati

Il consigliere provinciale Beccari scrive all’assessore regionale alle Sanità: «Si intervenga subito»

LOCULI. Da alcuni mesi il presidio di Guarda medica è stato trasferito da Irgoli a Loculi. La decisione ha generato poche critiche, in considerazione che si trattava di un periodo transitorio per consentire la ristrutturazione dei locali, ma in realtà la situazione appare più complessa di quella prevista. A sollevare il problema è il consigliere provinciale di Nuoro Gesuino Beccari, che scrive una lettera all’assessore regionale alla Sanità, Luigi Arru. «I mesi passano velocemente, i lavori di ristrutturazione, di competenza dell’Asl non sono ancora iniziati, ma la gravità del contesto si rileva soprattutto sul servizio operativo della Guardia medica – dice –. Il locale adibito non è di facile individuazione, posizionato nella parte posteriore delle scuole elementari di Loculi. L’ingresso non dà la possibilità di accesso nel cortile alle macchine e la cosa più grave è che non riescono ad entrare le ambulanze. Pertant, devono sostare fuori, a una quarantina di metri dall’ ufficio medico, che risulta su uno scantinato servito da una serie di rampe che non consentono l’utilizzo delle barelle in dotazione al 118. Il paziente se cosciente viene seduto su una sedia a rotelle portato sul piano superiore, caricato sulla barella ed infine inserito sull’ ambulanza. Immaginate - prosegue Beccari – il disagio dei soccorritori durante queste attività che devono essere svolte nella massima celerità, specialmente in caso di urgenze». Inoltre, secondo il consigliere provinciale, i locali in caso di pioggia insistente risulterebbero inutilizzabili, perché tenderebbero ad allagarsi. Infine, fa notare ancora Beccari «l’unico ingresso è dotato di una doppia porta in ferro che, in caso accidentale si chiuda, il medico e chiunque sta all’interno resterebbero bloccati senza la possibilità di uscire». Da qui, l’appello all’assessore regionale alla Sanità, Luigi Arru.

«Nel mio ruolo di consigliere provinciale – scrive –, non posso restare indifferente a questa grave situazione

che ho appena constatato. Mi appello pertanto, tramite la rappresentanza istituzionale del presidente della Provincia di Nuoro, affinché si attivi con la massima urgenza per il ripristino del dovuto servizio medico che deve essere normalizzato nel più breve tempo possibile». (n.mugg.)

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller