Don Aldo Cottu saluta la città

Dopo 14 anni alla guida della Cattedrale diventerà il nuovo parroco di Oniferi

NUORO. Due striscioni, ieri mattina, uno all’interno e uno all’esterno della chiesa cattedrale per chiedere al vescovo monsignor Marcia di tornare sui suoi passi e di lasciare don Aldo Cottu a capo della parrocchia. È invece proprio nella domenica festa del battesimo del Signore che il sacerdote saluta la comunità nuorese. Il prete nativo di Ollolai ringrazia tutti per gli anni «bellissimi», quattordici, passati a Nuoro e si prepara a prendere possesso della sua nuova parrocchia, di San Gavino Martire di Oniferi, vacante dal 26 luglio 2012, ora guidata dall’amministratore parrocchiale don Antonio Sedda, cancelliere vescovile. La reazione commossa dei fedeli, ieri mattina in Cattedrale (dove il vescovo Mosè Marcia ha anche amministrato il sacramento della cresima), è stata immediata.

Presente anche il sindaco Sandro Bianchi (alla messa delle 10). Immediato un lungo applauso al sacerdote che ha chiuso con queste parole: «Chi opera nella verità viene alla luce perché siano svelati i pensieri di molti cuori. Chi opera nelle tenebre vive nell’oscurità e la verità non è in lui».

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller