Un nuovo ecocentro per Ollolai e Gavoi

OLLOLAI. La gestione dei rifiuti è stata rinnovata già da oltre un anno per tutti gli otto paesi dell’Unione Comuni Barbagia. In passato esisteva l’ecocentro anche in territorio di Gavoi ormai...

OLLOLAI. La gestione dei rifiuti è stata rinnovata già da oltre un anno per tutti gli otto paesi dell’Unione Comuni Barbagia. In passato esisteva l’ecocentro anche in territorio di Gavoi ormai chiuso da tempo. Col nuovo anno, invece, è stata avviata l'apertura dell'ecocentro di Ollolai preso in gestione dal nuovo gestore della raccolta dei rifiuti solidi urbani, appunto. La struttura che è stata concepita funzionalmente nel rispetto delle nuove normative garantisce un servizio aggiuntivo per le popolazioni vicine rappresentate dagli abitanti del comune di Ollolai, Gavoi e Lodine. Il nuovo ecocentro si trova lungo la strada che dal bivio “San Pietro”, sulla statale 128, si inoltra nella strada comunale”Lithos” con sbocco verso la località “Sa Itria”, quindi non molto lontano dai tre paesi. Il nuovo servizio è stato annunciato con grande soddisfazione dal sindaco di Ollolai Walter Marco Columbu che afferma: «Finalmente si attiva una struttura che se pur pronta da anni, per questioni legate al vecchio bando non si riusciva ad attivare. L’apertura è garantita nel mattino di Martedì e Sabato. Il regolamento vuole che si scarichi la merce differenziata negli appositi cassoni. Si sta lavorando in collaborazione con la ditta – precisa il sindaco Columbu – per poter, in un prossimo futuro, conferire presso l'isola ecologica i rifiuti inerti risultanti da piccoli lavori di manutenzione degli stabili delle tre comunità. Naturalmente il nuovo servizio sarà regolamentato considerando anche le normative vigenti. Si prosegue così nella strada del miglioramento della raccolta differenziata aggiungendo un servizio mancante da diversi anni. Le nostre comunità negli anni (ormai 10) – sostiene il primo cittadino di Ollolai – hanno raggiunto una maturità nella gestione del rifiuto e nella produzione portando ad una differenziazione delle stesso a percentuali superiori del 75%. Nell’ottica della politica comunitaria i nostri concittadini risultano virtuosi e quindi si evitano sanzioni che altrimenti graverebbero ulteriormente sull’importo della Tari. I risultati della raccolta differenziata e il minore importo del nuovo appalto – conclude Columbu – fanno presupporre

che questo anno la tariffa, anche se con importi simbolici potrebbe andare a calare. L'obbiettivo, condiviso da tutti gli amministratori dell’Unione dei comuni Barbagia è quello di arrivare a una differenziazione spinta che porti alla produzione di un rifiuto riciclabile e rinnovabile».

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller