Neve a volontà, si attende il pienone sulle piste da sci

Desulo, tutto pronto negli impianti per accogliere i turisti Strade percorribili, in azione spazzaneve e Bobcat

DESULO. La nevicata del millenio non c’è stata, ma per una settimana i centri della Barbagia sono stati interessanti da ininterrotte nevicate, alternate da innalzamenti di temperatura e piogge, che comunque non hanno mai fatto sparire del tutto la neve dai centri di Fonni, Ollolai, Tonara e Desulo. Così come in diversi punti è rimasta anche ad Aritzo, Belvì, Ovodda e Tiana. E oggi si preannuncia il pienone di turisti nelle piste del Bruncuspina e in quelle di su Vilariu. A Fonni la strada è stata liberata con fatica e solo grazie all’impegno degli operatori comunali e privati: muniti di due spazzaneve a turbina e spazzaneve, i dipendenti sono riusciti ad arrivare in cima, aprendo un varco tra depositi nevosi grandi come una casa. Impressionante lo scenario, che è visibile nel sito www.bruncuspina.it, grazie alle foto di Enrico Cadau e dei soci dello sci club. Per oggi è previsto il sole, quindi piste ed impianti aperti. Ogni avviso naturalmente sarà visionabile in tempo reale sul sito fonnese dedicato alla neve in Sardegna, che con web cam e informazioni in tempo reale offre un panorama sui versanti fonnese e desulese del Bruncuspina. Tutto è pronto anche nell’impianto di Monte Spada, dove il campo base può ospitare fino a duecento sciatori. A Desulo dopo l’apertura della strada ad opera dello spazzaneve comunale, sono intervenuti i Bobcat di una ditta privata che hanno provveduto allo sgombero del piazzale di s’Arena. Anche qua il paesaggio lascia stupefatti, con neve che si è depositata fino quasi ad un metro e mezzo. «È una bella nevicata – dice Mattia Puddu, del rifugio su Vilariu – di ottima consistenza. Se non arrivano perturbazioni piovose o nebbia, la sua permanenza è assicurata per diversi giorni». Numerosi gli inviti del sindaco di Desulo a raggiungere le località sciistiche del Gennargentu. «Ogni anima che verrà da queste parti – dice Gigi Littarru – sia a Desulo che a Fonni, testimonierà l’ esistenza di un paradiso naturale che deve essere tutelato e non certo abbandonato al suo destino». Di qui le amare constatazioni. «Spiace constatare che – rimarca il sindaco – quando i comuni decidono di associarsi per un progetto di sviluppo non arrivano risposte. Servono fondi per la montagna e una legge per la montagna sarda. Ma lo stato italiano risponde con i tagli e chiudendo le scuole, costringendo la Regione ad essere il suo esattore, così come noi amministratori». Di qui però la speranza per il cambiamento e l’invito «al presidente Pigliaru, agli assessori Raffaele Paci e Paolo Maninchedda ad abbandonare i lidi cagliaritani e fare un salto da queste parti, in questi giorni. Non rimarrebbero delusi di certo e forse capirebbero di quanto aiuto abbiamo bisogno. Così come mi invoco al presidente Renato Soru che quest’anno ci ha raggiunti a Desulo, di fare una nuova visita in questi giorni». Sul fronte meteo non ci dovrebbero essere particolari problematiche; la temperatura è bassa ma stabile. Il timore è sempre quello della pioggia. Su quello viabilità, le strade sono state completamente

liberate dagli spazzaneve Anas e della provincia. Carabinieri, polizia e corpo forestale vigilano comunque su tutto il territorio per fornire ausilio e controllare la situazione. Si raccomanda prudenza in ogni caso e obbligo di transito con gomme termiche e porto di catene a bordo.

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller