Nuoro

Operazione Holy Man, ecco i nomi degli arrestati

Coinvolte nell'inchiesta antidroga dei carabinieri diverse persone di San Teodoro, Desulo, Olbia, Ozieri, Sassari, Orgosolo, Fonni, Nuoro, Roma e Napoli

NUORO.  C'è anche  lo speaker di una radio tra gli arrestati dell'operazione Holy Man conclusa stamattina dai carabinieri di San Teodoro e Siniscola contro una banda che, secondo le accuse, gestiva un rilevante traffico di droga nelle zone turistiche della Sardegna nordorientale. Angelo Chianese, napoletano, è fra le sette persone sottoposte alla misura degli arresti domiciliari mentre un’ottava è ricercata all’estero.

leggi anche:

omicidio Dino Asproni

Droga, una vedova "boss" dello spaccio

Sara Mossa, moglie di Dino Asproni, barista assassinato due anni fa a San Teodoro, è accusata di essere il capo di una banda che distribuiva ingenti quantità di stupefacenti nelle zone turistiche del nord-est

Fra queste c’è Sara Mossa, 40 anni, la vedova considerata il capo dell’organizzazione, che _ stando alle accuse _ già una settimana dopo l’omicidio del marito (due anni fa a San Teodoro) avevano cominciato le trattative per il rifornimento di droga, in particolare cocaina, hascisc e marijuana.

Con lei, ai domiciliari sono finiti tre giovani di San Teodoro - Lapo Dicuonzo, Marco Boeddu e Alessandra Gala - oltre a Giuseppe Fais di Desulo ( Nuoro) e Mattia Cocco di Olbia.

Nell’operazione di questa mattina sono stati arrestati anche tre giovani di Desulo - Sauro Marcis, Tore Floris e Salvatore Fancello - uno di Ozieri, Giuseppe Farina, uno di Sassari, Pier Paolo Sanna, uno di Orgosolo (Nuoro), Francesco Taras, e due uomini di Fonni, Giuseppe Mattu, e Stefano Basile, di Nuoro, oltre ad Antonino Savino, di Roma.

 

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller