posada

«Diga Maccheronis, la Regione deve ultimare i lavori»

POSADA. «La diga Maccheronis sul Rio Posada ha già, da tempo, il suo progetto cantierabile: i lavori del suo sopralzo sono stati sospesi per risorse, ritenute, insufficienti. Perché allora non...

POSADA. «La diga Maccheronis sul Rio Posada ha già, da tempo, il suo progetto cantierabile: i lavori del suo sopralzo sono stati sospesi per risorse, ritenute, insufficienti. Perché allora non rimodulare la graduatoria dei progetti di pronta cantierabilità, finanziabili con le linee di attività del Por Fesr 2007-2013, ed assegnare i fondi necessari al Consorzio di Bonifica della Sardegna centrale affinché vengano ultimati i lavori sull'invaso per portarlo ad una capacità superiore?». È questa la richiesta che il segretario provinciale di Nuoro e vice segretario regionale dell'U.P.C., Giorgio Fresu ha inviato al presidente Francesco Pigliaru e all'assessore regionale dei Lavori Pubblici, riguardo all'incompiuta che tanti disagi sta continuando a creare in questi anni. «Ogni volta che arrivano consistenti precipitazioni – ha proseguito Fresu – questo importante bacino, che fornisce di acqua le aziende e le abitazioni dell'alta Baronia sino a San Teodoro, avendo attualmente una capacità ridotta a causa del protrarsi dei lavori, si riempie fino a tracimare, generando allagamenti e allarme

fra le popolazioni di Posada e Torpè». Ed è proprio quello che è successo lunedì scorso quando molte famiglie di Posada e Torpé sono state fatte evacuare dalle loro case. «Senza considerare – ha concluso Fresu – le ingenti quantità d'acqua che finiscono inevitabilmente a mare». (s.s.)

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller