lodine

L’associazione Malik presenta un progetto per “giovani inattivi”

LODINE. L’associazione culturale Malik, il 2 marzo presenterà il progetto che ha coinvolto i comuni di Lodine e Ollolai. L’incontro si terrà al Mem di Cagliari in via Mameli 164, per la presentazione...

LODINE. L’associazione culturale Malik, il 2 marzo presenterà il progetto che ha coinvolto i comuni di Lodine e Ollolai. L’incontro si terrà al Mem di Cagliari in via Mameli 164, per la presentazione del progetto Neet New Eyes and Toys, coordinato dal Comune croato Klis in partenariato con l’associazione culturale Malik che ha sede a Cagliari e Baixo Tâmega in Portogallo. Il progetto, giunto alla sua fase conclusiva, consiste in un partenariato strategico europeo approvato nel 2014 nell’ambito del programma Erasmus+ ed è stato riconosciuto dall’agenzia per i giovani croati come esempio di buona pratica a livello nazionale. L’iniziativa è nata con gli obiettivi di migliorare le competenze professionali e stimolare lo spirito imprenditoriale dei giovani inattivi in Barbagia, dove sono stati coinvolti i paesi di Lodine e Ollolai, a Klis (Croazia) e a Baixo Tâmega (Portogallo) e di diminuire il numero di Neet (giovani che non studiano, non lavorano e non sono impegnati in nessun percorso formativo) nei tre territori e accorciare le distanze tra giovani e decisori politici. L’incontro inizierà alle 9 con la registrazione dei partecipanti per proseguire con l’apertura dei lavori a cura di Valeria Sanna dell’associazione Malik, Enrica Puggioni (del Comune di Cagliari), Efisio Arbau, sindaco di Ollolai, Antonio

Congiu, sindaco di Lodine e Jakov Vetma del Comune di Klis (Croazia). Seguirà la presentazione del programma Erasmus Plus – Neet e disoccupazione giovanile in Europa, Paola Trifoni (Agenzia Nazionale per i Giovani), Fabrizio Todde (Eurodesk Italy) e Roberto Montisci (Eures). (g.m.s.)

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller