Attacco frontale di Azzurro Oliena

OLIENA. Problema scuola: interviene il gruppo di minoranza Azzurro Oliena che esprime preoccupazione «per la superficialità con cui l’assessore e l’amministrazione stanno portando avanti la vicenda...

OLIENA. Problema scuola: interviene il gruppo di minoranza Azzurro Oliena che esprime preoccupazione «per la superficialità con cui l’assessore e l’amministrazione stanno portando avanti la vicenda della scuola media e delle cosiddette classi pollaio del primo anno». I consiglieri di opposizione ricordano che si è giunti ormai alla terza settimana di protesta e di lezioni mancate «e ancora non si intravede un minimo spiraglio per una positiva soluzione, mentre appare sempre più evidente la strumentalizzazione mediatica della protesta da parte degli amministratori».

«Si è preferito rispolverare rituali obsoleti che pensavamo relegati all’archeologia della politica, di consiglieri regionali considerati amici, tanto roboanti quanto di fatto inefficaci, piuttosto che affrontare nelle sedi opportune, ovvero il consiglio comunale, una seria valutazione sulle possibili soluzioni prospettate dalle autorità scolastiche e sui possibili costi economici. Questo voler sfuggire a tutti i costi dal confronto in consiglio comunale – sottolienano i consiglieri di Azzurro Oliena – spostando il dibattito in organismi che nulla possono fare in merito, come la commissione Cultura e istruzione del consiglio regionale, rivelano chiaramente una inadeguatezza dell’assessore preposto, ad affrontare in prima persona i problemi della comunità. Non vogliamo neppure immaginare che il timore di riunire il consiglio derivi dalla paura che, in quella sede, qualcuno ricordi all’assessore ed al sindaco, che i consiglieri di minoranza già dall’estate avevano posto in guardia l’amministrazione sui rischi che si correvano a proposito della cancellazione della terza classe, raccomandando un tempestivo intervento sugli organismi scolastici. Era il 25 luglio, l’assemblea cittadina era riunita per l’approvazione del bilancio e la discussione verteva sulle delle somme da destinare ai vari settori».

La minoranza ricorda l’esortazione del vescovo di Nuoro durante la visita pastorale ad Oliena (“investire sui ragazzi”) che «raccomandava più stanziamenti per le scuole anche per porre fine alle pratiche di autofinanziamento cui sono costretti i genitori per l’acquisto di carta igienica, rotoloni

asciugamani, sapone liquido, risme di carta e altro materiale didattico. Cosa che invece si è ripetuta puntuale anche quest’anno e che va ad aggiungersi alla inagibilità della palestra delle medie per l’invasione di topi, mentre gli stanziamenti per feste e balli non accennano a diminuire».

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller