Omicidio Dina Dore, processo d'appello al marito: la Corte riapre l'istruttoria

I giudici hanno deciso di convocare i genitori di Pierpaolo Contu, il giovane condannato come esecutore materiale dell'omicidio. Insoddisfatti i legali di Francesco Rocca, condannato in primo grado all'ergastolo come mandante

SASSARI. La Corte d'assise d'appello di Sassari riapre l'istruttoria sul processo per l'omicidio di Dina Dore, la domma di Gavoi assassinata nel garage della sua abitazione il 26 marzo 2008: i testimoni  Antonio Contu e Giovanna Cualbu sono stati convocati per l'udienza fissata il 7 novembre.

La relativa ordinanza è stata letta dal presidente della Corte d'assise d'appello, Mariano Brianda, nell'ambito del processo a carico di Francesco Rocca, condannato in primo grado all'ergastolo come mandante dell'omicidio della moglie. Il provvedimento arriva dopo tre ore di camera di consiglio.

I due testimoni ammessi sono i genitori di Pierpaolo Contu, già condannato con sentenza definitiva a 16 anni come esecutore materiale dell'assassinio.

Insoddisfatti gli avvocati di Rocca, i legali Angelo Manconi e Mario Lai del Foro di Nuoro, secondo i quali «restano fuori da questa nuova fase istruttoria i grandi accusatori di Rocca, ma anche elementi di evidenza scientifica che non sono mai stati presi in considerazione sebbene ritenuti fondamentali dai nostri periti».

Omicidio Dina Dore, la Corte d'assise d'appello riapre l'istruttoria Istruttoria riaperta e convocazione dei testimoni Antonio Contu e Giovanna Cualbu per l'udienza fissata il 7 novembre. Lo ha stabilito l'ordinanza letta dal presidente della Corte d'assise d'appello di Sassari, Mariano Brianda, nell'ambito del processo a carico di Francesco Rocca, condannato in primo grado all'ergastolo come mandante dell'omicidio della moglie Dina Dore, avvenuto il 26 marzo del 2008 nel garage della loro casa di Gavoi, in provincia di Nuoro. (video di Mauro Chessa)

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community