La Regione finanzia quattro Gal In arrivo fondi per 12 milioni

Stilata la graduatoria dei progetti intercomunali ammessi alle risorse per lo sviluppo rurale 2014-2017 Debutta un nuovo soggetto che unisce Mamoiada, Orani, Orotelli, Orgosolo, Fonni, Ottana e Oliena

NUORO. L’assessorato regionale all’Agricoltura ha reso nota la graduatoria dei Gruppi di Azione Locale (Gal) che saranno finanziati nell’ambito delle risorse stanziate nel Programma di Sviluppo Rurale (Psr) 2014/2020. La graduatoria fa riferimento all’analisi dei progetti, in termini tecnici Piani di Azione (Pda), presentati da ciascuno dei 17 Gal presenti in Sardegna. Solo due di questi sono rimasti fuori per il momento (Anglona-Romangia e Sarrabus-Gerrei-Trexenta).

È andata bene invece ai quattro Gal della provincia di Nuoro e all’unico dell’Ogliastra, ciascuno dei quali avrà a disposizione una dotazione finanziaria di tre milioni di euro (nel periodo 2014/2020 appunto). Un buon risultato anche perché i Gal del Nuorese sono cresciuti di numero, con la nascita di un quarto organismo che vede la Comunità montana del Nuorese-Gennargentu-Supramonte-Barbagia quale ente capofila, e abbraccia i comuni di Mamoiada, Orani, Orotelli, Orgosolo, Fonni , Ottana e Oliena. Il Gal debutterà il 3 novembre a Orani in un’assemblea in cui verrà eletto il consiglio d’amministrazione con relativo presidente (attualmente il portavoce è il presidente della Comunità Montana Luciano Barone, sindaco di Mamoiada). Il Gal, che dovrà anche darsi un nome, intende operare per lo sviluppo delle filiere dell’artigianato, dell’agroalimentare e per la promozione del patrimonio culturale (la parte progettuale è stata curata dalla società Plans di Francesco Licheri, che in passato è stato presidente della Provincia di Nuoro). Questo Gal è nato dallo scorporo del Gal Barbagia-Mandrolisai-Gennargentu- Supramonte che perde dunque alcuni dei comuni e oggi si riferisce al territorio dell’Unione dei comuni della Barbagia (Gavoi, Lodine, Ollolai, Olzai, Oniferi, Ovodda, Sarule e Tiana) e della Comunità montana Gennargentu Mandolisai (che raccoglie i comuni di Aritzo, Atzara, Austis, Belvì, Desulo, Gadoni, Meana Sardo, Ortueri, Sorgono, Teti e Tonara). Presieduto da Stefania Piras, sindaco di Oniferi, ha presentato un un piano d’azione focalizzato sulla filiera agroalinentare (con progetti di valorizzazione del vino, fiore sardo, ortofrutta e allevamento dei suini) e sul turismo sostenibile. I due Gal citati si sono classificati rispettivamente decimo e undicesimo nella graduatoria regionale, mentre il primo della provincia di Nuoro è il Gal del Marghine, al settimo posto, seguito dal Gal Nuorese-Baronia all’ottavo.

Quanto ai due progetti

esclusi, l’assessore regionale Falchi ha detto che «purtroppo le risorse disponibili consentivano il finanziamento di massimo 15 progetti» ma una successiva rimodulazione finanziaria delle risorse potrebbe consentire la loro inclusione visto che sono stati considerati comunque ammissibili.

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller