Neve, turismo tra lodi e polemiche

Desulo dopo il pienone. Littarru: «Mi scuso per i disagi, pronti a fare meglio»

DESULO. Neve, divertimento e qualche immancabile polemica. Perchè in montagna nessuna cosa può dirsi perfetta, paesaggio a parte naturalmente. Nel primo week end sciistico della stagione, le montagna di Desulo e Fonni sono state letteralmente prese d'assalto. Un serpentone continuo di automobili ha percorso la provinciale 7 e la 389 bis; in tanti sono arrivati anche dalla Tonara-Tascusì. Una montagna animata che ha accolto i turisti di tutta la Sardegna. Difficile contabilizzare i numeri. A Fonni le strutture ricettive del paese erano al completo già da sabato. Buoni numeri anche a Gavoi e qualche prenotazione anche ad Ovodda. Numeri interessanti anche a Desulo, dove B&b e case private, oltre la piccola ricezione delle strutture turistiche, sono stati prenotati da sabato. Diversi turisti hanno soggiornato nelle vicine Aritzo, Belvì e Tonara. Un movimento di persone che ha circolato in montagna, alimentando la piccola economia del Gennargentu. Queste le note liete. Quelle allegre sono legate al traffico congestionato, nelle vie d’accesso al Bruncuspina e a Su Vilariu. Numerose le lamentele, sempre civili e garbate dei turisti che, a fronte della bella giornata passata sulla neve, hanno protestato per il traffico bloccato. E c’è chi richiede maggiori controlli, chi invita all’educazione, chi rilancia sulla questione dell’infrastrutturazione alla montagna. Nei vari blog e social network, il popolo della neve appare parecchio attivo. E non solo con le proteste. Cagliaritani, sassaresi, oristanesi ed olbiesi, dicono la loro proponendo interventi e suggerimenti. Fatto assai gradito agli amministratori locali. «L’eccezionale afflusso di persone – dice il sindaco Gigi Littarru – ha creato diversi disagi, sia per la mole del traffico e sia per i classici problemi della montagna. Strade tortuose, con poca manuntenzione, assenza di spazzaneve a turbina per ottenere risultati apprezzabili. Mi scuso a nome mio e dell’amministrazione, per i disagi patiti dai vacanzieri, che aspettiamo per il prossimo fine settimana. Cercheremo di fare qualcosa in più, ma allo stato e con queste risorse è difficile. Impegnarsi per far star bene queste persone è per noi un obbligo».

Sul fronte note positive invece, i turisti apprezzano l'impiano di Desulo

con tapis roulant: per i bambini è una manna, per gli adulti un simpatico divertimento. «Come associazione castanicola – dice Ciriaco Loddo – siamo stati destinatari di tanti consensi. Noi siamo sempre disposti a collaborare con le istituzioni per rendere ancora più fruibile la montagna».

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community