La città dei cori di scena all’Eliseo Il Premio Nuvoli va a Ruinas

Al concorso in memoria del maestro del folclore il Coro Ghentiana primeggia su tredici ensemble Per la sezione femminile si afferma Siurgus Donigala, il voto del pubblico è andato a Sos Astores

NUORO. Il capoluogo della Barbagia è da sempre la città dei cori ed è stata anche il teatro in cui si è svolta la seconda edizione del concorso corale organizzato dall’Associazione Culturale "Bobore Nuvoli", con il patrocinio del Comune e la Fondazione Banco di Sardegna. Un grande successo in un Teatro Eliseo gremito di ospiti che tra lunghi applausi ha incoronato i vincitori dell’edizione 2017 di "A manu tenta", che coincide con il terzo memorial dedicato al compianto maestro del folclore Bobore Nuvoli.

Tredici realtà corali provenienti da Ortueri, Siniscola, Alà dei Sardi, Ruinas, Gavoi, Golfo Aranci, Sinnai, Villanova Monteleone, Pozzomaggiore, Siurgus Donigala, Busachi e Bonorva si sono alternate sul palco. Per la giuria tecnica presieduta dal maestro del folclore Gian Paolo Mele Corriga, che ha diretto anche il Coro di Nuoro ospite della serata, ha meritato la prima posizione della sezione maschile il Coro Ghentiana di Ruinas diretto da Gianni Puddu che ha presentato il brano "S'oghe populana", secondo il Coro Sos Astores di Golfo Aranci e terzo il sodalizio "Sant’Austinu" di Alà dei Sardi.

Per la sezione femminile, una delle sculture realizzate per l'occasione dall'artista Pietro Longu è stata assegnata alla Corale di Siurgus Donigala diretta da Felice Cassinelli che ha vinto con il brano "S'abba". Seconde e terze nella sezione in rosa, il Coro Eufonia di Gavoi e le Duennas di Villanova Monteleone. Una delle novità di quest’anno ha riguardato l’istituzione di un premio "della critica" assegnato dal pubblico dell’Eliseo.

Attraverso il voto espresso in seguito alla distribuzione delle schede consegnate all’ingresso, ad aggiudicarsi il favore dei presenti è stato il Coro Sos Astores di Golfo Aranci diretto da Peppino Orrù che ha eseguito il brano "S'isula de Rocca". Lunghi applausi per il coro femminile Bendas, che ha presentato l’inedito "Sa danza ‘e su malinnu" composto dal direttore Giampaolo Caldino presentandolo per il primo compleanno della formazione.

Il Ballo Sos Canarjos si è esibito accompagnato da Davide Ruju mentre il presentatore Giuliano Marongiu ha reso omaggio a Nuvoli con "S’aneddu" in un momento di grande commozione. La serata ha visto la partecipazione tra gli altri della voce recitante di Massimo
Della Camelia, dei bambini del Mini Folk Bastianu Satta e l'esecuzione di “Intragnas" interpretato da Grazia Tondo e Gianpaolo Caldino che ha musicato il brano su una poesia di Bobore Nuvoli ricoprendo anche il ruolo di direttore artistico della manifestazione insieme a Eta Nuvoli.

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro