Corrispondenza consegnata a giorni alterni

A Fonni e in molti altri centri della Barbagia partirà da oggi il nuovo servizio di Poste italiane

FONNI. Una nuova mannaia si abbatte sui servizi dei paesi barbaricini dove da oggi, come in tantissime altre realtà italiane la corrispondenza sarà consegnata a giorni alterni.

A darne comunicazione in questi giorni sono le stesse Poste Italiane che attraverso una comunicazione a mezzo posta, spiegano come sarà impostata a partire da oggi il nuovo modello di distribuzione.

Infatti è in attuazione proprio in queste settimane il passaggio alla terza fase prevista nel progetto di ristrutturazione progettato dall'azienda che prevede l'estensione a nuovi territori della consegna a giorni alterni, già sperimentata in altre zone d'Italia tramite le fasi uno e due.

Un progetto che ha preso avvio nel 2015, e che non ha riguardato solo i piccoli paesi che soffrono di bassi numeri e lottano per non perdere i servizi, ma anche zone più popolate.

La decisione delle Poste, durante la fase 1 e 2 ha incontrato la preoccupazione di chi, con un servizio dimezzato, teme che la consegna provochi ulteriori ritardi nel disbrigo delle ordinarie pratiche legate a utenze domestiche, multe, e tutto ciò che viaggia a mezzo posta, ma l’azienda rassicura che «il nuovo modello di recapito non avrà impatto sugli obiettivi di consegna dei prodotti universali ad eccezione della posta prioritaria che ora si chiama “Posta1”».

«Per quest'ultima – fanno sapere – gli obiettivi di velocità varieranno da 1 a 3 giorni lavorativi, oltre quello di accettazione, a seconda della zona di raccolta o destinazione. La consegna degli invii postali verrà effettuata a giorni lavorativi alterni, dal lunedì al venerdì su base bisettimanale (lunedì, mercoledì e venerdì in una settimana – martedì e giovedì in quella successiva)».

«La raccolta degli invii dalle cassette di impostazione – aggiungono dall’azienda – sarà effettuata con la stessa frequenza, mentre restano invariate le attività di raccolta negli uffici postali».

Ad essere interessati a partire da questo mese saranno per il territorio della vecchia Provincia di Nuoro i paesi di Aritzo, Atzara, Austis, Belvì, Desulo, Dorgali, Fonni, Gadoni, Galtellì, Gavoi, Irgosli, Loculi, Lodè, Lodine,
Mamoiada, Meana Sardo, Ollolai, Olzai, Onifai, Orgosolo, Orosei, Ortueri, Ottana, Ovodda Posada, Sarule, Siniscola, Sorgono, Teti, Tiana, Tonara, Torpè, Ussassai. Per tutti gli altri la data della procedura di passaggio alle nuove tempistiche di consegna non è stata ancora definita.

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro