Bitti, ok bipartisan al sindaco sulla legge contro lo spopolamento

«Sgravi e agevolazioni per incentivare i pensionati dei Paesi europei a trasferirsi in Sardegna». La proposta del primo cittadino piace a tutti gli schieramenti politici. Paci: «Siamo favorevoli»

BITTI. La proposta “Dallo spopolamento allo sviluppo del territorio, una legge per la Sardegna”, fatta dal sindaco Giuseppe Ciccolini ha superato l’esame del convegno tenutosi nel Cineteatro Ariston, coordinato da Francesco Birocchi. Il discorso ha viaggiato su proposte di sviluppo e su legge quadro per lo spopolamento. Sfida impossibile? Ciccolini per la stesura del testo-proposta ha collaborato con l’avvocato Mauro Delogu. È finalizzata a sostenere il trasferimento in Sardegna di pensionati dai Paesi europei che «abbiano una imposizione fiscale simile alla nostra», allorché «abbiamo un grande patrimonio edilizio, le aliquote vengono abbattute con precise forme di incentivazione. Il modello è il Portogallo, i pensionati che hanno lavorato in aziende private». È subito applicabile, non necessita nessuna modifica allo Statuto autonomo e non è incompatibile con la normativa fiscale nazionale e non viola le norme sugli aiuti Ue. Gli immobili inutilizzati nei comuni sardi sono tanti o in vendita a prezzi simbolici. «Considerato che la Regione Sardegna incamera 7/10 del gestito Irpef sulle pensioni, l’incentivo può essere erogato ai pensionati nella stessa misura, l’agevolazione consiste quindi in una riduzione del carico fiscale gravante sulle pensioni estere. La Regione incasserebbe comunque l’addizionale regionale Irpef che coprirebbe, tutto o in parte, le spese sanitarie dei nuovi residenti».

Il dibattito, pur con spunti vari, ha accomunato nella sostanza gli interventi dell’assessore regionale agli Enti Locali Cristiano Erriu, del sindaco di Ollolai Efisio Arbau, del direttore generale Banco di Sardegna Antonello Arru, del presidente Ance Sardegna Pier Paolo Tilocca, di Paolo Maninchedda (Partito dei Sardi), Pietro Pittalis (Forza Italia) e Antonello Cabras (Pd). Fino al vice presidente della Regione Raffaele Paci, che ha chiuso i lavori della giornata. Arbau, che ha illustrato l’iniziativa messa in atto a Ollolai (“case a un euro”): «Ottima proposta, quella di Ciccolini». Erriu ha parlato di attrattive di imprese che vanno sostenute, costruire reti di città per servizi. Secondo Arru su queste proposte la Banca può svolgere un compito importante. Per Tilocca bisogna che i soldi pubblici arrivino in cantiere e la proposta di Ciccolini è un impegno di civiltà. Pietro Pittalis: «La proposta l’ho sottoscritta. Mi auguro che gli altri capigruppo facciano lo stesso. È una sfida: va calenderizzata subito dopo la legge di stabilità». Per Maninchedda: «Abbiamo bisogno di uno stato che disciplini la distribuzione della ricchezza». Mentre per Cabras: «Le risorse disponibili siano impiegate nel
nostro territorio». «È una proposta, quella del sindaco di Bitti, che diventerà legge. La giunta regionale la farà sua parte, siamo favorevoli» ha sostenuto Raffaele Paci nel parlare degli impegni della Regione, di risorse disponibili ma anche con la consapevolezza di abbassare le tasse.

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli