macomer 

Nuovo cimitero, traslati i primi 40 feretri

La struttura di Serbagusa verrà ultimata con un finanziamento regionale di 250mila euro

MACOMER. Da qualche giorno anche il nuovo cimitero in località Serbagusa, consacrato lo scorso mese di dicembre, ospita i resti mortali dei defunti. Si tratta di una quarantina tra feretri, cassette funerarie e urne cinerarie trasportati nella nuova area cimiteriale che per il momento dispone di 80 loculi in attesa che si completino i lavori del secondo lotto che prevede la realizzazione di altre 160 nicchie cimiteriali. L’operazione si è resa necessaria per restituire la concessione dei loculi acquistati dai proprietari e non utilizzati nel vecchio cimitero ma requisiti provvisoriamente per far fronte all’emergenza per la mancanza di spazi funerari nella struttura di viale Santa Maria. Il Comune di Macomer è stato recentemente inserito ufficialmente nella graduatoria per i finanziamenti erogati dalla Regione sui cimiteri comunali. Il contributo regionale è di 250mila euro al quale l’amministrazione comunale compartecipa con 125mila euro di risorse proprie, senza nessun indebitamento, per un totale di 375mila euro. Con il nuovo finanziamento sarà possibile ultimare la prima parte degli interventi della struttura, per il momento essenziale, con la realizzazione della seconda batteria di loculi,
il completamento dei camminamenti interni e le finiture interne. L’intervento più importante riguarderà comunque la realizzazione della cappella per le funzioni religiose oltre all’allargamento e la bitumazione del tratto di strada tra il quartiere di Santa Maria e il nuovo cimitero.

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro