Viabilità, piano sicurezza nelle strade della Baronia

Stanziati 460mila euro per la messa in sicurezza dei Comuni del Montalbo Il presidente dell’Unione: «Un segnale importante per il nostro territorio»

TORPÈ. Quasi mezzo milione di euro destinati all’Unione dei comuni del Montalbo per la messa in sicurezza delle strade esistenti sul territorio. Si tratta di soldi Cipe, provenienti dal fondo di sviluppo e coesione del patto per lo sviluppo della regione Sardegna.

«Una boccata di ossigeno per il ripristino e le manutenzioni stradali nei nostri paesi – commenta il presidente dell’Unione dei comuni e sindaco di Torpè Omar Cabras –. Non parliamo certo di cifre importanti se considerate singolarmente per ogni comune, rispetto ai lavori di manutenzione di cui necessiterebbero le nostre strade ma, è comunque un segnale importante da parte della Regione e dell’assessorato ai Lavori pubblici che con un impegno economico di 5milioni e 400mila euro per la provincia di Nuoro e 460mila per la sola Unione del Montalbo, darà la possibilità di intervenire nei nove comuni dove si registrano alcune situazioni critiche che si trascinano da anni». Il finanziamento assegnato con la determinazione del dicembre scorso, sarà distribuito tra i diversi comuni.

A Siniscola, vanno 180mila euro, A Bitti, Posada e Torpè 40mila mentre Lodè e Orune ne potranno spendere 30mila. A Lula ne vanno 20mila mentre a Onanì e Osidda 10mila. All’Unione dei comuni per interventi di viabilità intercomunale sono stati infine assegnati altri 60mila euro. Per quest’ultimo finanziamento l’assemblea ha deliberato che tale somma venga destinata al ripristino e manutenzione della strada denominata di “Su Mattone” che dal campo sportivo di Posada, arriva sino alla rotonda sulla provinciale La Caletta-Siniscola. Una strada in pessime condizioni di viabilità dove sono presenti diverse attività artigianali, agricole e commerciali delle quali fruiscono buona parte dei comuni contermini. Omar Cabras, esprime soddisfazione per il finanziamento ricevuto e si impegna a far si che le procedure di affidamento e inizio dei lavori si concretizzino nel più breve tempo possibile. La speranza è che prima dell’estate, possano partire anche i lavori per la messa in sicurezza della strada provinciale n° 4 che dallo svincolo
sulla 131 Dcn porta siano a La Caletta. Un’arteria percorsa de decine di migliaia di vacanzieri e residenti che versa nell’abbandono più assoluto carente di segnaletica orizzontale e verticale e pericolosissima soprattutto negli incroci a raso per la borgata turistica di san Giovanni.

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro