Nomi nuovi e volti noti nella sfida del 4 marzo

Dal debutto del 73enne ex sindaco Mario Zidda alla svolta del sardista Palermo I Cinque Stelle si affidano all’avvocata Mara Lapia, il centrodestra a Bruno Murgia

NUORO. Qualche nome nuovo e diversi volti conosciuti tra i candidati “nuoresi” alle politiche del 4 marzo. Corrono per un seggio in parlamento prima di tutto i rappresentanti nella legislatura appena conclusa. Uno è Giuseppe Luigi Cucca, senatore e segretario regionale del Pd. Cerca la riconferma a Palazzo Madama alla guida del listino proporzionale. Il secondo è Bruno Murgia, esponente del centro-destra, presente sia nell’uninominale di Nuoro, sia nel proporzionale, nel collegio centro-nord. L’altro onorevole di Nuoro, Roberto Capelli, del Centro democratico, ha invece fatto i bagagli per cercare gloria e voti nei collegi dell’Umbria e del Veneto, sotto le insegne del movimento “Più Europa” di Emma Bonino.

Diciassette liste. Ma sono solo alcuni dei nomi, tra i più conosciuti, inseriti nelle 17 liste schierate in Sardegna, all’interno di una rosa di 300 nomi. La composizione delle coalizioni è l’altro segno di novità rispetto al passato. Prima tra tutte quella che vede il Psd’Az insieme alla Lega di Salvini e alle altre formazioni tradizionali del centro-destra. Sul versante opposto il Pd, orfano del gruppo anti-renziano, oggi tra i cofondatori di Liberi e Uguali, cerca di allargare la presenza e la possibilità di nuove simpatie con l’aiuto della Lista Insieme (Verdi, Psi, e i partiti di Bonino-Tabacci e del ministro Beatrice Lorenzin). Liberi e Uguali a Nuoro candida l’ex sindaco Mario Zidda, 73 anni, funzionario di banca in pensione, che da un paio d’anni ha lasciato il Pd. Camera dei Deputati. Il seggio “nuorese” nell’uninominale per Montecitorio è la sfida in grado di infiammare la contesa. I pronostici dicono che se lo contenderanno il consigliere regionale ogliastrino Pd Franco Sabatini e, sull’altra faccia della medaglia elettorale, Bruno Murgia, candidato di Forza Italia, Lega, Psd’Az e del suo partito di appartenenza, Fratelli d’Italia. Cinquant’anni, di Nuoro, Murgia è presente a Montecitorio dal 2006.

A sinistra il consenso potrebbe esser eroso dal citato Zidda. Ma anche da altri candidati, come l’ex sindaca di Austis, Lucia Chessa (proposta dalla sigla indipendentista, Autodeterminatzione), la presidente dell’associazione dei partigiani Anna Cacciatori (Potere al Popolo), Alessandro Carbognin (Popolo della famiglia), Bruno Atzori (Partito Comunista), Massimo Maini (Partito Valore Umano). Il movimento Cinque Stelle si affida a Mara Lapia, 41 anni, avvocatessa, originaria di Posada.

Pittalis vs Murgia. Gli altri colpi per ascendere all’emiciclo della Camera dei deputati, i candidati (questa volta ognuno con le proprie insegne di partito) li spareranno nel proporzionale. Dopo cinque mandati alla Regione, lo vuole con tutte le forze Pietro Pittalis, berlusconiano della prima ora. In questo caso uno degli avversari è il collega di coalizione nell’“uninominale”, Murgia (Fratelli d’Italia). Se il vento berlusconiano da Arcore soffierà verso Roma, entrambi potrebbero salire a Montecitorio. Concorrenza permettendo: quella del Pd, che candida il sindaco di Bitti, Giuseppe Ciccolini. E, sempre di Cinque Stelle, con il dottore in Scienze forestali Alberto Manca. Da sinistra i pericoli per il Pd li porterà anche Nicola Selloni, segretario regionale del Centro Democratico. In lista con Selloni anche l’imprenditrice di Orosei Romina Dessena. Avversaria diretta del Fdl Murgia, Giulia Serra di Casa Pound, pronta ad affermare l’idea che è meglio una destra dura e pura e non quella moderata, unita a Forza Italia, Lega e in Sardegna al Psd’Az. Senato. Forze, quelle del centro-destra, che a Nuoro e provincia lavorano per eleggere l’avvocato Lorenzo Palermo, Psd’Az.

Palazzo Madama. Impegno arduo, visto che da tempo immemorabile il seggio per Palazzo Madama è appannaggio della sinistra. Coalizione che questa volta candida a Nuoro il senatore di Cagliari, Ignazio Angioni. Tra i contendenti l’indipendentista Pierfranco Devias (Autodeterminatzione), Amedeo Spagnuolo (Potere al Popolo), Angela Rita Mercedes Pisu (Popolo della Famiglia), Patrizia Frau (Casa Pound), Franca Savio (Lista del Popolo per la Costituzione), Paola Marceddu (Partito Comunista), Dino Maccioni (Partito Valore
Umano) ed Emiliano Fenu (Cinque Stelle). Tra i nuoresi in campo, nel listino regionale, oltre a Cucca (Pd), l’esponente del movimento fondato da Grillo, l’avvocatessa Elvira Lucia Evangelista, Bustianu Cumpostu, candidato di Autodeterminatzione, e l’ex sindaco di Gavoi, Salvatore Buttu.

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro